Protestantesimo,Massoneria e la protestantizzazione della Chiesa

squadra_compasso

Sin dalla sua nascita la Chiesa Cattolica ha difeso la purezza della sua dottrina con tenacia e determinazione.
Essa si e’ sempre rifiutata di venire a patti con scismatici ed eretici che hanno avuto una grande attivita’ nel corso degli ultimi duemila anni.

Con la breccia di Porta Pia nel 1870, lo Stato Pontificio che per ben nove secoli e’ stato presente nelle mappe geografiche -diffondendo il potere spirituale grazie anche alla solidita’ del suo potere temporale- viene ridotto a pochi miseri ettari di terra.

La Chiesa da allora ha dovuto scendere a patti con stati e statisti per poter sopravvivere, proprio con coloro che vogliono distruggerla. Inizia cosi’ la mondanita’ della Chiesa.
Grazie alla resistenza e alla tenacia dei papi pre-conciliari la vera fede cattolica resistette per quasi cento anni fino al 1962, anno in cui Giovanni XXIII istituisce ”il Concilio Vaticano II”, ovvero una riunione di tutti i vescovi cattolici del mondo, per discutere argomenti riguardanti la vita della Chiesa cattolica, soprattutto il rapporto fra la Chiesa fondata da Pietro e le sette scismatiche ed eretiche cristiane, ma anche con tutte le altre professioni di fede non cristiane, assecondando cosi’ i piani della massoneria con la riduzione della fede cattolica ad una fede umanistica che riunisce a se’ tutte le religioni e la negazione della centralita’ di Gesu’ e della Sua Chiesa come unico mezzo di salvezza. Tutto cio’ costituisce un significativo passo in avanti verso la costruzione del”pensiero unico” e del Nuovo Ordine Mondiale.

Dagli anni 60 in avanti il potere delle potenze massoniche procede inarrestabilmente, molti cardini della dottrina cattolica vengono via via debellati.
Il 25 gennaio 1964 papa Paolo VI emanò il motu proprio Sacram Liturgiam, istituendo una nuova liturgia eucaristica con lo scopo di rendere la Santa Messa piu’ simile al rito protestante.
Il 27 ottobre 1986, viene convocata da Giovanni Paolo II una Giornata mondiale di preghiera per la pace, ad Assisi, a cui presero parte i rappresentanti di tutte le grandi religioni mondiali. Fino ad arrivare ai nostri giorni in cui Papa Bergoglio definisce il Corano e la Bibbia sostanzialmente uguali, poiche’ non esiste un Dio Cattolico, ma esiste semplicemente Dio.
Le parole di Cristo secondo cui senza la Sua Mediazione nessuno puo’ arrivare a Dio non hanno quindi piu’ senso: ”Andate in tutto il mondo a predicare il Vangelo ad ogni creatura. Chi crede e si fara’ battezzare si salvera’ , chi non crede sara’ condannato” (Marco 16,15-16)
Migliaia di anni di testimonianze di Santi e di Martiti vengono cosi’ spazzate via dal pensiero ecumenico moderno che ha come obiettivo la protestantizzazione della Chiesa fondata da Cristo stesso.

Nel 1889, a Vienna, un personaggio altolocato, che non ha voluto che il proprio nome venisse rivelato, confidò al Cardinale Jean-Baptiste-François Pitra (1812-1889), un valente storico: ”Tutte le vestigia della sovranità del vero Messia soprannaturale devono essere spazzate via.  «Le nazioni cattoliche devono essere schiacciate dalle nazioni protestanti. Quando questo risultato sarà raggiunto, un alitata sarà sufficiente a provocare la scomparsa del protestantesimo»
I piani della massoneria attraverso i vescovi cattolici massoni per avvicinare il cattolicesimo al protestantesimo.La maggior parte di essi si sono avverati subito dopo il Concilio Vaticano II e nel corso degli ultimi 55 anni
18244_398025703731062_8418008204859845272_n

Non di rado, se si digita in un qualsiasi motore di ricerca la parola «Massoneria» (o il suo equivalente inglese «Freemasonry»), ci si imbatte in un certo numero di siti antimassonici gestiti da protestanti. A volte, questi siti contengono pagine interessanti e ben documentate; in altri casi, essi accusano in maniera del tutto gratuita la Chiesa cattolica di connivenza con la Massoneria (l’obelisco in Piazza San Pietro ne sarebbe una prova schiacciante!…), dimenticando o tacendo di proposito il fatto macroscopico che la Chiesa di Roma ha condannato la sètta massonica con oltre duecento documenti ufficiali (bolle, encicliche, dichiarazioni episcopali, ecc…), e che le direttive massoniche in nostro possesso trasudano odio contro il Papato e contro il cattolicesimo. Ma la mancanza più vistosa è indubbiamente il silenzio assoluto osservato da questi siti circa il ruolo fondamentale giocato dal protestantesimo nella genesi della Massoneria. Da qui la necessità di ricordare tale verità troppo spesso passata sotto silenzio.

Édouard Adolphe Drumont (1844-1917) scrittore e giornalista francese, ha constatato i legami di parentela che uniscono tra loro i massoni e gli ebrei. Scrive nella sua opera La France juive («La Francia ebraica»):
«L’ebreo, reso prudente dalle sue disavventure in Germania e altrove, non attacca più il cattolicesimo a volto scoperto; egli consiglia Lutero, lo ispira, gli suggerisce i suoi migliori argomenti […]. “Ogni cattolico che diventa protestante – ha detto Alexandre Weil – fà un passo verso il giudaismo”. Sarebbe più giusto dire che ogni protestante è per metà ebreo. Il protestantesimo servì da ponte agli ebrei per penetrare non nella società, ma nell’umanità. La Bibbia, messa in secondo piano durante il Medioevo, prese più tardi il suo posto vicino ai Vangeli, e l’Antico Testamento fu messo vicino al Nuovo. Dietro la Bibbia apparve il Talmud. Reuchlin, l’uomo degli ebrei, fece propaganda per rimettere in circolazione il libro proscritto.
Dal principio della Repubblica, il protestantesimo francese fece alleanza con il ghetto, di cui Waddington sostenne gli interessi al Congresso di Berlino. Egli era nell’Ordine. È stata constatata almeno venti volte la stretta connessione che esiste tra l’ebreo e il protestante. “Un protestante – ha detto l’ebreo Heine – è un cattolico che lascia l’idolatria trinitaria per camminare verso il monoteismo ebraico”» -Édouard Drumont-

«La Massoneria è figlia della Riforma».- Mons. Ernest Jouin
– La Massoneria è in parte di origine protestante;
– Essa resta in stretto collegamento con certe chiese protestanti, e in particolare con la chiesa anglicana;
– La sua ideologia è prossima a quella del protestantesimo.

I piani della massoneria attraverso i vescovi cattolici massoni per avvicinare il cattolicesimo al protestantesimo. La maggior parte di essi si sono avverati subito dopo il Concilio Vaticano II e nel corso degli ultimi 55 anni

TABELLA NUOVA
Floriana Castro
Antimassoneria Copyright © 2015. nota su copyright

ARTICOLI CORRELATI

La salvezza offerta a tutti i popoli da Gesu’: un ostacolo per il messianismo ebraico

L’eresia, la propaganda e la leggenda della chiesa assassina: la santa inquisizione

I falsi profeti e la strumentalizzazione dei Santi per giustificare l’Apostasia

L’assalto massonico alla Chiesa

La Madonna di La Salette: Roma perdera’ la fede e diventera’ la sede dell’Anticristo

Guai all’errore del Pastore della Chiesa:profezie della Madonna del buon successo nel 1594

Le false interpretazioni delle sette protestanti sulla Bibbia

Come i massoni vogliono la Chiesa

Apostasia: Quando il Figlio dell’uomo ritornera’ trovera’ la fede sulla terra?

Casi in cui e’ doveroso resistere all’autorita’ ecclesiastica

I commenti sono chiusi.