Adesso l’èlite chiede la testa dei cristiani in terra d’Europa. Cosa succederà al mondo e alla Chiesa?

1°Il braccialetto “svuotacarceri”-  2° Programmazione cecchino-  3° Verità imbarazzanti-  4° Fiancheggiatori sacrificabili e inconsapevoli-   5° Il Padrone del Mondo di Robert Benson e il futuro della Chiesa. Untitled-1-720x14

NEW1° Il BRACCIALETTO “SVUOTACARCERI”

L’agentur che regola le azioni e riconosce i tempi ha deciso: è arrivato il tempo in cui quello che chiamiamo terrorismo islamico si scontri direttamente con quelle forze che una volta furono rappresentanti della civiltà europea quella cristiana. Jacques Hamel, prete 86enne viene sgozzato insieme ad un fedele nel corso della messa mattutina a pochi chilometri da Rouen in Normandia. Il messaggio che le centrali organizzative di questi tragici eventi  è il seguente: Non avrete mai pace, non starete più al sicuro fino a quando non accetterete e invocherete voi stessi un Nuovo Ordine Mondiale.

Il "pericolo alla sicurezza nazionale"

Adel Kermiche. Il “pericolo alla sicurezza nazionale”

I due killer  che sarebbero penetrati in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray in Normania, facendo strage sarebbero Adel Kermiche, e Nabil Petitjean, due diciannovenni di nazionalità franco-algerina. Secondo la narrativa mainstream Kermiche era considerato “una minaccia per la sicurezza nazionale”, ritenuto un potenziale terrorista, si sarebbe radicalizzato dopo gli attentati di Charlie Hebdo cercando di raggiungere la Siria, ma non sarebbe riuscito mai a raggiungerla (…). I ragazzi amavano passare serate in discoteca come i loro coetanei, non disdegnavano né carne di maiale, né l’alcool. I jihadisti erano -tanto per cambiare noti alle forze dell’ordine- in libertà vigilata, avevano libertà proprio dalle 8,30 alle 12,30.

Kermiche, portava il famoso braccialetto elettronico, studiato appositamente per il controllo più rigido dei soggetti sottoposti a soggetti in semilibertà, lo chiamano pure “soluzione svuota carceri” vista la sua infallibilità! Il  braccialetto elettronico al suo interno ha un chip attivo che consente il controllo all’interno di un area. Il controllo del personale agli arresti domiciliari funziona in questo modo: non appena la centralina (programmabile ad orari e intervalli prestabiliti) rileva l’allontanamento del braccialetto elettronico dal sensore elettronico scatta la notifica e la comunicazione alle autorità competenti mediante linea fissa o gsm. Il braccialetto elettronico è dotato di sistema anti-rimozione in grado di avvisare la centrale delle forze dell’ordine. Eppure non solo il braccialetto non ha funzionato (…) ma dopo che la suora ha chiamato la polizia durante l’assalto, la polizia è arrivata dopo un’ora dall’allarme! Se si vuol continuare a credere all’ipotesi che due fringuelli di soli 19 anni riescano in una tale diabolica impresa, ci si dovrebbe chiedere come mai la Francia continui ostinatamente a mostrare un’incompetenza da dilettanti allo sbaraglio per quanto riguarda la “sicurezza”, soprattutto dopo i fatti di Nizza in cui la manifestazione sulla Promenade des Anglais fu lasciata senza un controllo adeguato dalle forze dell’ordine.

Il povero padre Jacques Hamel

Il povero padre Jacques Hamel

E soprattutto come hanno potuto lasciare Kermiche compiere una strage se questi era considerato una “minaccia per la sicurezza nazionale”? (sic!) Non è credibile in nessun in modo che i due siano riusciti a paralizzare un numero imprecisato di uomini e donne presenti in Chiesa con soli due coltelli. Non è credibile che siano riusciti creare un danno di tali proporzioni senza aver ricevuto ad un addestramento professionale. Perchè i jihadisi teenager non hanno fatto più vittime che potevano e poi mettersi al sicuro scappando, invece di prendere degli ostaggi e rimanere per più di un’ora pazientemente sul luogo ad aspettare la polizia che una volta arrivata gli avrebbe sparato? Domande ovviamente alla quale nessuno risponderà, dato che come accade sempre in questi casi i jihadisti muoiono e quindi è impossibile ascoltare una versione alternativa diversa da quella che ci arriva dalle solite agenzie di stampa di proprietà dell’èlite.

2° PROGRAMMAZIONE CECCHINO

nazzaro monsignor

Anche in questo caso la verità è la di quella degli eccidi precedenti. Anche Kermiche e Petitjean altro non erano che due soggetti assoldati dai governi e sottoposti al servizio MK Ultra. Con il trattamento MK ogni vittima viene addestrata mediante trance, trauma, elettroshock, droghe di vario tipo, e persino magia kabalistica ad entrare in uno stato ipnotico al verificarsi di stimoli specifici. Ciò viene descritto nella documentazione ufficiale del governo che descriveva tali esperimenti negli anni 60. Documentazione che finì in mano alla stampa con l’inevitabile scandalo che ne seguì.

Una volta cessato lo stato ipnotico la vittima cessa di ricordare le frasi o le parole con la quale vengono programmati, per essere attivati prima che la vittima venga lasciata ad agire. Nel caso della Programmazione Theta abbiamo addirittura dispositivi bio-medici di telemetria (impianti cerebrali!), laser ad energia diretta. È stato riferito che sono utilizzati in combinazione con computer altamente avanzati e sofisticati sistemi di localizzazione satellitare. (1)
In realtà -nonostante moltissimi analisti e osservatori indipendenti si sforzino di provare che dietro ai bagni di sangue che ormai inondano non solo il medioriente ma anche l’Europa che una volta fu cristiana- la massa di media cultura è infatti ancora convinta che la causa dell’assalto dell’”islamismo” sarebbe dovuto all’inutilità delle religioni capaci soltanto di creare morte e terrore. Come lo sarebbero le diversità razziali che hanno armato la mano dell’ex militare Micah Johnson facendo strage a Dallas. Il messaggio che deve passare deve essere chiaro: le diversità creano divisioni; razzismo, religioni possono causare solo eccidi, e quindi bisogna necessariamente livellare tutte le differenze, le divengenze. Non è un caso infatti che si sia deciso di radicalizzare il musulmano per poi instillare la paura dell’islamista nei goym proprio quando lorsignori hanno deciso di importare nella vecchia Europa centinaia di migliaia di ragazzoni provenienti dall’Africa e dal medioriente.

13713382_10207944188980372_1090519463_nMicah.Johnson era una cavia del servizio MK Ultra che da oltre mezzo secolo programma migliaia di soldati (ma anche comuni cittadini) per trasformarli in veri e propri Manchurian Candidate. Ora c’è anche il rapporto della Human Right Watch che denuncia “FBI PAGAVA MUSULMANI PER ATTENTATI” Secondo un’indagine su 27 processi e 215 interviste, l’agenzia di intelligence interna americana “ha creato dei terroristi sollecitando i loro obiettivi ad agire e compiere atti di terrorismo’” L’FBI spesso incoraggia  musulmani a compiere atti di terrorismo o individua soggetti vulnerabili con problemi mentali o dalla scarsa intelligenza, -spiega la HRW– come Rezwan Ferdaus, un 27enne condannato a 17 anni di carcere perché accusato di voler attaccare il Pentagono e il Congresso con piccoli droni carichi di esplosivo, in un falso complotto organizzato dagli stessi agenti americani. (2) fabius

3° VERITA IMBARAZZANTI

Gli attori dello squallido teatrino della politica come Hollande non stanno facendo altro che servire allo scopo dell’èlite usuraia. Il budino (come lo chiamano in Francia) ha ordinato la distruzione di tutti video registrati dalle telecamere di sorveglianza in quel di Nizza, ossia le prove che mostrano le inconguenze delle versioni cosiddette ufficiali delle stragi di stato, o stragi islamiste come vengono chiamate. E non è la prima volta che Hollande si adopera per la distruzione della prove degli attentati: quando in occasione della strage del 9 gennaio 2015 all’Hyper Casher compiuto da Amedy Coulibaly, il ministro degli interni francese, Cazeneuve, ha bloccato ogni ulteriore inchiesta sull’eccidio sulla quale è stato apposto il “segreto di stato” dopo che le indagini della magistratura avevano dato la prova che le armi di Coulibaly furono transitate da una società controllata da Claude Hermant. Hermant era dal 2013 un informatore dei servizi segreti francesi, che lo utilizzavano come spia nel mondo del traffico d’armi. SEGRETO DI STATO! (3)

Tutto ciò non è altro che il format, ormai, più che collaudato: “Problema, Reazione, Soluzione”. Lo stesso Hollande lo aveva ammesso candidamente nel 2009:

“è il potere politico che organizza attacchi” cosi’ diceva sei anni fa “Hanno bisogno del consenso del popolo in nome della sicurezza per giustificare leggi repressive. Hanno bisogno di attacchi reali, virtuali o inesistenti, così la gente si senta al sicuro con i governi .. dato che hanno perso credibilità per l’economia”. (video youtube 4)

“Adesso gli ordini sono di attaccare le Chiese” titola il Corriere. Il premier Manuel Valls notoriamente massone come Hollande, (5) incita i cattolici contro l’islamismo affermando che i sono stati colpiti. “Faremo blocco”. Mentre la poliziotta, Sandra Bertin, responsabile della videosorveglianza a Nizza, ha denunciato le pressioni subite dal governo per modificare il rapporto su quella tragica notte. 11800079_905721806162457_790733912911083836_n-copy

La donna però ora viene sottoposta a pressioni indicibili. Il ministro Cazeneuve l’ha denunciata per diffamazione, il governo continua a rilasciate dichiarazioni durissime contro di lei, a cominciare dal premier Valls, volte a intimidire chiunque contesti la versione ufficiale. (6) Una versione ormai diventata grottesca e ridicola, soprattutto dopo che è stato reso noto che Richard Gutjahr è stato il “giornalista” che ha ripreso il furgone di Nizza mentre faceva strage della folla sottostante. Gutjahr è stato -guardacaso- anche lo stesso che ha filmato la strage di Monaco! Una coincidenza non da poco se si considera che Gutjahr è il marito di Einat Wilf, ex deputata israeliana nel partito di Netanyahu, che viene dai ranghi della intelligence militare di Sion. (7).

Tutto ciò mentre viene diffusa un’ intervista pubblicata poco tempo fa nel programma “Head to Head” della rete TV Al Jazeera, in cui si sono registrate alcune dichiarazioni sorprendenti e rivelatrici di Michael Flynn, ex direttore della DIA, Defense Intelligence Agency (la principale organizzazione militare di spionaggio estero degli USA che opera sotto la giurisdizione del Dipartimento della Difesa). Flynn afferma esplicitamente e senza sotterfugi, che gli USA fecero tutto il possibile per far sorgere lo Stato Islamico. Curiosamente nel corso dell’intervista, Flynn si è sforzato di mettere in chiaro che le politiche nordamericane verso la Siria che portarono all’ascesa dello Stato Islamico non furono dovute ad un errore di calcolo, nè all’essersi voltati da un’altra parte, ma piuttosto che queste furono il risultato di una presa di decisione esplicita e consapevole dell’Amministrazione di Washington (8)

HOLLANDE SAUDITIOvviamente guai a parlare sui media dell’orgine dell’ideologia wahhabita e salafita, degli islamisti, ossia l’Arabia Saudita, una dei massimi finanziatori dell’ISIS. Le monarchie saudite sono la versione statale dello Stato Islamico, all’interno di quelle società sono in vigore le stesse norme che vengono adottate nei territori conquistati dall’ISIS. Guai a dirlo dato che i monarchi di casa Saud vengono accolti su tappeto rosso quando si recano a Bruxelles o nei paesi cosiddetti “democratici” e nemici del terrorismo islamico. Guai a parlarne: emergerebbero tutte le complicità, gli intrecci e gli affari di Hollande e dei politici europei intrattenuti con i sanguinari monarchi sauditi. Monarchie ereditarie ed assolutiste fra le più tiranniche del mondo, che risultano grandi alleati e sostenitori della UE di Israele e degli USA e massimi finanziatori della campagna elettorale di Hillary Clinton.

4° FIANCHEGGIATORI SACRIFICABILI E INCONSAPEVOLI

protocolliMa torniamo al terrorismo sfociato in casa nostra. Ancora una volta la Francia; Saint-Etienne-du Rouvray a soli 10 chilometri da Rouen la città natale di Francois Hollande, nonché la città dove venne arsa viva Giovanna D’Arco, simbolo della fede cristiana e del sentimento patriota che sta per essere definitivamente abrogato in nome della pace e della “sicurezza nazionale”. Il primo caduto in terra d’Europa è padre Jacques Hamel, ucciso nella chiesa di Saint Etienne che in francese vuol dire Santo Stefano. Il primo martire della storia della Chiesa. Un dettaglio molto significativo e un chiaro segnale per chi deve comprendere. Con l’uccisione di padre Hamel potrebbe aprirsi già da adesso la lunga e triste parentesi di persecuzioni ai danni di fedeli e uomini di Chiesa prima che quest’ultima venga completamente spogliata di tutti i suoi valori e i suoi dogmi inadattabili con la Nuova Religione Universale.

spangler
I media e i servizi segreti di mezzo mondo ci assicurano intanto che i prossimi obiettivi dell’ “ISIS” saranno ancora chiese e sacerdoti. Alla luce di questo terribile fenomeno sostenuto e finanziato dai poteri forti ai danni dei popoli, delle nazioni, ma soprattutto per le istituzioni religiose in particolar modo la Chiesa Cattolica, già da adesso i prelati dovrebbero iniziare seriamente ad interrogarsi quale utilità abbia avuto la trasformazione della Chiesa in una ONG umanitarista dove ciò che conta per essere veramente cristiani è solo l’accoglienza agli immigrati. A cosa è servito alla Chiesa accettare di diventare un club di fiancheggiatori del sistema, abbandonando l’annuncio della Verità e il “Guai a voi”? A cosa è servito abbandonare i moniti e gli anatemi che in secoli la Chiesa non aveva mai mancato di lanciare ai suoi nemici, difendendo in tutti i modi l’Istituzione che Cristo fondò con il suo sangue, per poter “dialogare” con i nemici che in duemila anni hanno sempre mirato a distruggerla, accettando passivamente tutte le dritte che indicano di tacere su tutte le squallide operazioni di sovversione sociale e politico?

Che padre Jacques Hamel fosse un prete “progressista” o fedele alla tradizione di Sancte Romanae Ecclesie non ha importanza per i nemici: qualsiasi prelato anche quello più prono al sistema rappresenta una pedina da eliminare. Il semplice fatto di avere ancora il potere di consacrare di somministrare i Sacramenti fa di qualsiasi prelato un nemico del Nuovo Ordine Mondiale. Soprattutto i chierici che occupano le cariche più alte della gerarchia, e che magari si sentono al sicuro per esser entrati a far parte della frammassoneria, si guardino bene: non sono altro che delle pedine sacrificabili. E si guardino bene anche i massoni: nella Russia comunista vennero sacrificati 450 mila intellettuali considerati pericolosi per il sistema. L’èlite usuraia ammetterà soltanto masse consumatrici, imbruttite, amorfe, apolidi e divoratori di pornografia nel suo regno.

5° IL PADRONE DEL MONDO DI ROBERT BENSON E IL FUTURO DELLA CHIESA

TRE FONTANELa prima caduta di un ecclesiastico in terra d’Europa potrebbe segnare l’inizio di lunga e lenta spietata persecuzione, ai danni dell’opera di Cristo che potrebbe durare a lungo. Un lungo periodo di prova che potrebbe portare l’arrivo di una figura molto importante per il mondo intero; un uomo che sarà considerato per i massoni il perfetto presidente del mondo, per i giudei il vero messia, per i cristiani, molto più realisticamente il figliuolo della perdizione, o l’Anticristo di cui si fa menzione nel libro di Daniele, nell’epistola ai Tessalonicesi e nel libro dell’Apocalisse. Fantasie da “complottisti” o millenaristi ? Tutt’altro! Sono già due i papi che consigliano la lettura del romanzo “distopico” il Padrone del Mondo di Robert Benson. Sorprende non poco il fatto che il libro fu un importante riferimento per papa Ratzinger. Bergoglio ne consigliò pure la lettura ai fedeli durante il volo di ritorno dalle Filippine nel gennaio del 2015. Monsignor Luigi Negri ha scritto la prefazione dell’ultima ristampa dell’opera di Benson. Ma cosa sta scrisse Benson da attirare l’attenzione di papi e alti prelati? Una chiara e profetica descrizione del mondo a venire. Il Padrone del Mondo fu scritto nel 1907, sotto il pontificato di papa San Pio X, epoca in cui la navicella della Chiesa era sì avversata, ma tutto sommato in buona salute per quanto riguarda la sana dottrina. Il romanzo di Benson è ambientato negli anni dopo il 2000, in un mondo evoluto dal punto di vista tecnologico e intellettuale, dominato dai principi dell’umanitarismo mentre la Chiesa vive un periodo di profondo declino e apostasia dalla fede. L’Occidente è retto da governi di stampo socialista e massonico. Sul trono d’Inghilterra sedeva un re di nome William.

urlBenson già nel 1907 ci parla dell’Unione Europea i cui ideali risulteranno deleterei per gli stati e i popoli di cui ne fanno parte. Protagonista del libro è padre Percy Franklin, un prete cattolico che in seguito verrà eletto papa sotto il nome di Silvestro III, che si ritrova a combattere contro l’apostasia e i nemici esterni della fede. L’èlite aveva preso pieno controllo della società; nei cibi si trovavano sostanze nocive che generavano numerose intolleranze alimentari (OGM!); l’eutanasia era di norma ed eseguita su tutti i soggetti in età avanzata. Dal punto di vista della tecnologia, la previsione di Benson nel 1907 è di un mondo in grado di comunicare attraverso telegrafi senza fili, capaci di attraversare l’etere per trasmissioni di carattere testuale, oltreché telefoni per le comunicazioni urbane.. Nella narrativa di Benson la Chiesa possedeva uno stato nella città di Roma, che verrà fondato realmente ma solo nel 1929 con le concessioni dei Patti Lateranensi per risarcire la Chiesa dei furti e delle devastazioni che aveva subito con il Risorgimento massonico. Benson ci dice che verso la metà del XX secolo aveva avuto luogo un Concilio i cui effetti furono devastanti per la fede cattolica; molti sacerdoti lasciavano il sacerdozio abbandonandosi ai piaceri del mondo e della carne; i fedeli cattolici erano ridotti ad un misero numero; i consacrati erano travagliati da atroci dubbi per quanto riguarda la fede, si nutrivano della dottrina dell’ “Umanitarismo” una squallida contraffazione del Cristianesimo che esaltava le menti romantiche e sentimentaliste ponendo l’uomo al centro dell’universo, (proprio quella dottrina che guardacaso oggi va per la maggiore…).  La nuova religione dell’Uomo che nega ogni trascendenza e un forte disprezzo per quanto riguarda la fede cattolica, è il credo della grande massa della popolazione. Sullo sfondo regnano grandi destabilizzazioni, lotte e terrore alla quale nessuno sembra poter porre rimedio. Tuttavia padre Percy intuisce che per ridare vita e slancio alla Chiesa bisognerà fondare un nuovo ordine: povero come quello di San Francesco d’Assisi; forte nella dottrina come fu quello della Compagnia di Gesù fino alla fine dell’800; orante come l’ordine dei certosini fondato da San Bruno. “L’ordine di Gesù Crocifisso” di  padre Percy Franklin si proponeva il compito di riportare la Chiesa ai suoi splendori spirituali. Tuttavia la riorganizzazione del mondo cattolico viene turbata dall’ascesa del tedesco (ma dal cognome ebraico) Julian Felsemburgh, un uomo dal carisma magnetico, rampante, grande oratore e conquistatore di folle,  si presenterà come pacificatore tra le varie correnti e persona capace di definire un nuovo ordine mondiale. Felsemburgh viene eletto presidente d’Europa per poi divenire presidente del mondo. La massoneria e la maggior parte del popolo accoglie Felsemburgh come un dio sceso in terra

“L’opera da lui compiuta, umanamente parlando, è certamente miracolosa. Viene da quella parte del mondo che sola è capace di dar vita a simili virtù; ed è riuscito a porre fine alla secolare divisione tra occidente e oriente. Grazie al suo prestigio personale, ha saputo abbattere le due più grandi tirannie dell’umanità: il fanatismo religioso e i partiti politici. La sua azione deve essere veramente portentosa se si è imposta anche agli inglesi, in genere così poco sensibili, così come ha acceso fiamme d’entusiasmo in Francia, in Germania, in Spagna. ” (Il Padrone del Mondo pag. 86).

Felsemburgh era stato definito il “figlio dell’uomo”, per la sua educazione cosmopolita; salvatore del mondo per aver allontanato la guerra e perfino una sorta di dio incarnato, come simbolo, il più perfetto, dell’umanità. Una persecuzione efferata viene scagliata contro quei chierici e fedeli accusati di portare “divisione” perchè rimasti saldi nella fede.  La Chiesa Cattolica, viene completamente demassificata e combattuta a livello ideale e filosofico (come già avviene) e infine combattuta anche con strumenti politici e di polizia, regredendo nel proprio aspetto e ritornando gradatamente ad essere un insieme di fedeli come la Chiesa dei primi secoli.

Venute a sapere di una congiura di cattolici a danno dell’Abbazia di Londra, appena convertita a tempio massonico, le nazioni di Gran Bretagna e Germania inviano la propria aviazione a radere al suolo Roma. Gli unici a salvarsi saranno proprio Percy Franklin, appena eletto cardinale, e un cardinale tedesco, diretti proprio a Londra per impedire la congiura. A Roma, al momento del bombardamento, si trova la quasi totalità dei cardinali del mondo, oltreché il Papa: la distruzione della città coincide con l’eliminazione di gran parte della struttura della Chiesa Cattolica.

arcivescovo mossul
Percy Franklin viene eletto papa col nome di Silvestro III dai due unici cardinali superstiti. Costretto a fuggire da Roma si rifugia a Nazareth. Da Nazaret,  Franklyn ricostruisce la struttura cattolica. A questo punto sarà necessario nominare almeno 20 nuovi cardinali. Ma soltanto dodici di loro accettano la carica. Così il Sacro Collegio, da adesso poteva contare su dodici nuovi apostoli che nomineranno numerosi nuovi vescovi alla quale verranno affidate larghe aree. Stranamente, nonostante la persecuzione, il numero dei sacerdoti cresce vertiginosamente durante questo periodo.
Ma il cardinale di Mosca tradisce il nuovo papa e rende noto il suo nascondiglio a Nazareth. Il romanzo si conclude con  le forze dell’aviazione mondiale, comandate dal Presidente del Mondo Julian Felsemburgh in direzione verso Nazareth. Mentre si ode Gesù Cristo ritornare gloriosamente sulla terra.

urlIl mistico sacerdote inglese Robert Benson fu dapprima un presbitero anglicano. prima, durante e dopo la scrittura del libro The Light Invisible, divenne sempre più interessato alla contemplazione mistica, lasciando da parte l’apparato intellettuale della teologia e dei dogmi. Le sue perplessità spirituali sull’autorità della Chiesa anglicana, rafforzate dall’enciclica Apostolicae Curae di Papa Leone XIII, lo portarono ad un cammino di conversione verso la fede cattolica, raccontato con lucidità nel saggio autobiografico Confessions of a Convert (1913). Venne ordinato sacerdote il 12 giugno del 1904 nella chiesa di San Silvestro a Roma. Erano gli anni della nascita di molte società interessate allo spiritismo ed ai fenomeni psichici.

Lo stesso Edward Benson, padre del sacerdote, mistico e scrittore, era stato tra i fondatori della Cambridge Ghost Society, insieme a J.B. Lightfoot e B.F. Westcott, anch’essi in seguito figure di rilievo della Chiesa anglicana dell’epoca. Tra le conoscenze di Benson troviamo in questo periodo la scrittrice Marie Corelli ed Austin Osman Spare, legato inizialmente all’Astrum Argentum di Aleister Crowley. Quindi il carattere profetico di molti dei suoi romanzi è attribuibile non solo alla sua ascetica personale ma anche alla conoscenza delle società segrete, la loro nefasta influenza nella società e i loro piani futuri. Ad ogni modo, possiamo già intravedere la bozza del Nuovo Mondo che Benson tracciò già agli inizi del secolo scorso. Tutto ciò che stiamo vivendo non è altro che l’inizio di un’evoluzione che sarà sempre più visibile a partire dai prossimi anni.

Redazione Antimassoneria antimassoneria.altervista.org Copyright © 2016

BIBLIOGRAFIA E WEBOGRAFIA

IL PADRONE DEL MONDO DI ROBERT BENSON. SCARICA GRATIS




ARTICOLI CORRELATI

Programmazione DELTA: il segreto dei terroristi di qualsiasi fede o etnia

I miliziani di Iside, l’esercito degli Illuminati. Ecco chi lo ha creato e perchè

Modesto contributo alla chiacchiera su guerra di religione. In forma di catechismo

Stato di guerra permanente: il terrore che avvicina il NWO

 

 

I commenti sono chiusi.