La Chiesa interreligiosa ed ecumenica- la chiesa che vuole la Massoneria

SINCRETISMO RELIGIOSO-A cura di Floriana Castro Agnello-

Recentemente capita più spesso di sentir dire che tutte le religioni sono uguali perchè hanno tutte lo stesso Dio. Capita soprattutto quando si fa riferimento alle tre grandi religioni monoteiste: Cristianesimo, Islam e Giudaismo. In questo contesto non le prenderemo in esame le religioni orientali, data la grandissima quantità di elementi ateistici, esoterici ed occulti contenute all’interno di esse. Vedremo piuttosto in cosa credono le tre religioni monoteiste e queste credono veramente tutte nello stesso Dio.

Il Cristianesimo:

i cristiani credono nell’unico Dio, manifestatosi ad Abramo. Da Abramo, Dio diede la benedizione ad una stirpe dalla quale sarebbe nato  il Dio Incarnato e profetizzato da tutti i profeti. Le scritture trovarono adempimento con l’avvento di Gesù Cristo che mediante il Suo Sacrificio, morte e risurrezione si è reso mediatore fra il cielo e la terra, ristabilendo l’ alleanza che il peccato aveva incrinato, e donando la salvezza a tutti coloro che si sarebbero convertiti. I Cristiani credono che Gesù, insieme col Padre e lo Spirito Santo siano un solo Dio, seppur in Tre distinte persone formino la SS Trinità. I cristiani onorano la Madonna in quanto designata, sin dalla notte dei tempi, a divenire l’Immacolata Madre purissima di Dio. Per il Cristianesimo il Regno di Dio si vivrà nel Regno dei Cieli fino a quando Gesù tornerà sulla terra per giudicare i vivi e i morti. Secondo il compimento delle scritture, -portato a termine dal Verbo Incarnato,- tutti sono chiamati alla salvezza mediante il battesimo e la conversione. Chi rifiuterà di convertirsi e continuerà nella strada del male e dell’errore sarà Dio stesso nell’aldilà ad assegnare all’anima dell’impenitente il Suo giusto giudizio. I Cristiani sono tenuti a pregare costantemente per tutte le altre creature che vivono nell’errore e ad offrire sacrifici di riparazione per i peccatori. Il Cristiano è chiamato a diffondere la Parola di Dio con sapienza ed umiltà anche mediante il suo esempio.

L’Islam:

I musulmani credono in un unico dio; un dio che non essere Padre di nessuno; un dio che promette un paradiso fatto di beni tipicamente terreni e sensuali, beni del tutto opposti a quelli spirituali di cui Gesù fa riferimento. Essi credono nella Sua nascita verginale, ma per l’Islam Gesù è un semplice profeta, molto inferiore a Maometto, e la Madonna la madre di un profeta. I maomettani non credono nè alla morte in Croce, nè alla risurrezione di Gesù, perchè un profeta non può morire in modo così umiliante.(non comprendono che le vie del Signore non sono le nostre..). Secondo l’Islam tutti sono chiamati alla conversione ad Allah. Conversione che dovrà avvenire anche con la spada e qualsiasi altro mezzo come il corano raccomanda. Tuttavia la pace sarà raggiunta, ma per ottenerla bisognerà passare dalla Jihad (la guerra santa), grazie alla quale si otterrà la conversione degli di molti infedeli e la distruzione degli impenitenti.

10399613_825555944223298_8673608633703680499_n

Il Giudaismo:

Secondo la visione del Giudaismo, il Regno glorioso di Dio si otterrà attraverso la conquista di tutti i popoli della terra, usando ogni mezzo di inganno per porli sotto il loro giogo quando sarà finalmente arrivato il messia (l’anticristo). Nel Talmud leggiamo che i goym, (ossia i non giudei) sono visti come degli esseri che differiscono dagli animali soltanto nella forma. Per tanto per i giudei non è peccato fare del male ai goym.  I giudei,- che furono il popolo eletto- incrinarono la loro alleanza con Dio rifiutando di riconoscere il Messia profetizzato dalle scritture Gesù Cristo come loro Signore, e lo inchiodarono sulla croce, rigettando l’elezione che Dio per mezzo del Figlio, aveva deciso di estendere su tutti i popoli che si fossero convertiti, rendendoli l’Unico Popolo di Dio. La visione che Dio aveva della salvezza per la salvezza di tutte le anime, rappresentava un affronto troppo grande per il nazionalismo e il razzismo giudaico. Il fine nuovo, di stampo ebraico, è quello descritto nella Bibbia quando sarà instaurato il Regno d’Israele: “spargerò il terrore di te” sulle nazioni, abiterai “case che non tu hai costruito”, raccoglierai da “campi che non ha coltivato tu”. La sola concezione possibile di impero, per Israele, è quindi  il saccheggio e il terrore, perchè secondo la loro errata interpretazione delle scritture,  Dio li avrebbe scelti per dominare su tutti i popoli.Tant’è vero che nonostante siano passati duemila anni dagli eventi della Crocifissione il loro odio nei confronti di Gesù rimane invariato. Essi infatti lo considerano un malfattore; un figlio illeggittimo, nato da una prostituta e hanno l’obbligo di bestemmiarlo tre volte al giorno.
I giudei si considerano nel loro insieme il “popolo messia” destinato a governare il mondo. Secondo la loro versione materialistica e distorta delle scritture,gli ebrei si sentono legittimati a fondare nell’aldiquà il “Regno glorioso” (il famoso NWO e il regno dell’anticristo..) che vedrà Sion signore e padrone.

10371715_825556067556619_1592873369826147065_nAlla luce di questo fatto incontestabile vi sono molti che considerano le tre religioni monoteiste sostanzialmente uguali, in quanto tutte e tre professerebbero la fede in un unico Dio. Ma come abbiamo visto il dio dei musulmani è assai diverso da quello dei giudei e soprattutto da quello misericordioso, ma anche giusto dei Cristiani. Un dio diverso in quanto essenza, ma anche come volontà e psicologia. Per tanto non è possibile unire in un sincretismo religioso le tre fedi. Se un’intesa dovrà avvenire tra le tre religioni la soluzione non sarà di certo l’unione delle tre religioni, in quanto questo vedrebbe i Cristiani costretti a rinunciare ai sacramenti e alla divinità di Gesù Cristo per agevolare il “dialogo”  e questo è l’esatto contrario di ciò che ha raccomandato Cristo stesso: ” Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo, chi si convertirà e si farà battezzare sarà salvato, chi non si convertirà non sarà salvato” (MC 16,15)

INIZIO DEL SINCRETISMO RELIGIOSO

Le aperture ecumeniche della Chiesa e la sua protestatizzazione non sono dei fatti avvenuti spontaneamente: l’assalto e la revisione di molti dei suoi insegnamenti divini sono degli eventi pianificati a tavolino da parte di coloro il cui unico obiettivo è quello di fonderla prima al protestantesimo in vista della fondazione di un’unica Religione Mondiale. Nel 1893 – La Società Teosofica patrocina un Parlamento Mondiale delle Religioni che si tiene a Chicago. Lo scopo di questo Congresso interreligioso, il primo incontro ecumenico della Storia, è di introdurre in Occidente concetti induisti e buddisti come la credenza nella reincarnazione

Il processo di sovversione (tutt’ora in atto) proseguirà con il Concilio Vaticano II  che segnerà una rottura con il magistero bimillenario della Chiesa e porterà significativi cambiamenti nell’ottica sociale e spirituale del Cattolicesimo, passando da una Chiesa Teocentrica ad una chiesa antropocentrica, che mette l’uomo al centro, scalzando Dio e mutando il concetto di peccato; desacralizzando la liturgia e cancellando la prerogativa della riparazione dei propri peccati; concetti più simili a quelli protestanti. Nel 1889, a Vienna, un personaggio altolocato, che non ha voluto che il proprio nome venisse rivelato, confidò al Cardinale Jean-Baptiste-François Pitra (1812-1889), un valente storico:”Tutte le vestigia della sovranità del vero Messia soprannaturale devono essere spazzate via.  «Le nazioni cattoliche devono essere schiacciate dalle nazioni protestanti. Quando questo risultato sarà raggiunto, un alitata sarà sufficiente a provocare la scomparsa del protestantesimo»
Nel 1993, Un secondo Parlamento Mondiale delle Religioni si riunisce a Chicago in occasione del 100º anniversario del primo Convegno. Come durante il precedente incontro, si cerca di riunire tutte le religioni del mondo in un’«unica cosa armoniosa», ma si tenta anche di farle amalgamare attraverso gli elementi originali delle loro credenze comuni. Le religioni tradizionali monoteistiche, come il cristianesimo, sono considerate incompatibili con l’«illuminazione individuale», e devono essere quindi drasticamente modificate.

PROGETTI MASSONICI

Il celebre, scrittore e ”futurologo” Aldous Huxley autore del libro ”Il Nuovo Mondo” in cui negli anni 30 descrisse chiaramente gli scenari dell’era attuale.
In una celebre frase dichiaro’: ”Dobbiamo organizzare gli intellettuali e utilizzarli per corrompere l’Occidente. L’ostacolo a questa evoluzione e’ la Bibbia. Ci siamo schierati contro il concetto Cristiano di Dio; le droghe che aprono la mente a realta’ multiple ci portano inevitabilmente ad una prospettiva politeista dell’universo. Sentiamo che’e giunta l’ora dell’avvento di una nuova religione umana basata sull’intelligenza e sul paganesimo scientifico “.

Aldous Huxley
Aldous Huxley
assisi_1986
In alto la “Giornata interreligiosa di Assisi ” in cui era presente anche Giovanni Paolo II che poi si pentì. In quella giornata fu incensata la statua di Buddha sopra il SS Sacramento

Aldous Huxley fu fratello di Julian Huxley, primo direttore dell’UNESCO, alto iniziato ateo ed evoluzionista, nel corso della seduta plenaria dell’UNESCO, a Parigi il 20 novembre 1946, aveva pubblicamente proclamato: “La nostra azione deve tendere a unificare il mondo per quanto riguarda l’intelligenza e lo spirito […]. Quanto alla Chiesa cattolica, essa dovrà essere gradualmente purgata dalle sue dottrine intransigenti e particolari e non conserverà che le espressioni basilari della religione condivisibili con una vasta fraternità religiosa e culturale che dovrà includere tutti i culti e tutte le civiltà. 

Esiste in proposito un testo programmatico, scritto del 1819 (!), ma terribilmente attuale, tratto dall’Istruzione segreta permanente data ai membri dell’Alta Vendita, il vertice della Carboneria ottocentesca, di cui si propongono alla riflessione del lettore alcuni passi: “Ora dunque per assicurarci un Papa secondo il nostro cuore si tratta prima di tutto di formare, a questo Papa, una generazione degna del regno che noi desideriamo. Lasciamo in disparte i vecchi e gli uomini maturi; andate invece diritto alla gioventù, e, se è possibile, anche all’infanzia… Alla gioventù bisogna mirare, bisogna sedurre i giovani: è necessario che noi attiriamo la gioventù anche senza se ne accorga, sotto la bandiera delle società segrete. Per avanzarci, a passi contati ma sicuri, in questa via pericolosa, due cose sono assolutamente necessarie. Voi dovete avere l’aria di essere semplici come colombe, ma insieme voi dovete essere prudenti come serpenti […].
Una volta che la vostra reputazione sarà stabilita nei collegi, nei ginnasi, nelle università e nei seminari: una volta che voi vi sarete cattivata la fiducia dei professori e dei giovani, procurate che specialmente coloro che entrano nella milizia clericale ricerchino la vostra conversazione […].
Questa reputazione […] aprirà alle nostre dottrine il cuore del giovane clero e degli stessi conventi.  Fra qualche anno questo giovane clero avrà, per forza di cose, invase tutte le funzioni; egli governerà, amministrerà, giudicherà, formerà il consiglio del sovrano, e sarà chiamato ad eleggere il Papa del futuro. Questo Papa, come la più parte dei suoi contemporanei, sarà più o meno necessariamente imbevuto, anche lui, dei principi […] umanitari che noi cominciamo ora a mettere in circolazione. Fate che il Clero cammini sotto le vostre bandiere, credendo di camminare sotto la bandiera delle Chiavi Apostoliche”.

Tra le antiche (ma sempre attuali) circolari massoniche leggiamo ancora:

“Date la libertà di coscienza agli eretici, agli ebrei, agli atei, ma abbiate cura che non ne godano il prete e i cattolici […]. Per distruggere l’influenza del prete tagliategli i beni che lo rendono indipendente, riducetelo al salario dell’impiegato dello Stato […]. Diminuite il numero delle feste, impiegate le domeniche con esercizi, banchetti, divertimenti e occupazioni che allontanino il popolo dalla morale evangelica […]. Per togliere al prete l’affezione assoluta che lo rende caro al popolo studiatevi di incatenarlo a una famiglia, sollevate l’opinione contro il celibato […]”.
(E. Delassus, Il problema dell’ora presente, pp. 588-90 e 626 – 628)

LA RESISTENZA DEI PAPI PRECONCILIARI

Sono lontani i tempi della resistenza dei papi post-risorgimento e pre-concilio: Pio IX, Leone XIII, Benedetto XV, Pio X, Pio XI e Pio XII, quando la Chiesa con stoico coraggio resisteva al veleno massonico.
Oggi non si predica piu’ la conversione a Cristo come unica via di salvezza, ma l’indifferentismo religioso, considerando tutte le religioni come essenzialmente uguali, quindi negando le parole di Gesu’: ”andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo, chi si convertira’ e si fara’ battezzare sara’ salvato, chi non si convertira’ non si salvera”’ (MC 16,16). o ancora: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno va al Padre se non per mezzo di me» (GV 14,6)
18244_398025703731062_8418008204859845272_n copy
La Chiesa di oggi che si sforza di essere falsamente ecumenica, rinuncia a proclamare la verita’ evangelica per poter asservire alle esigenze dei peccatori impenitenti, rinuncia alla divinita’ di Gesu’ Cristo per poter meglio ”dialogare” con gli eretici e gli occultisti; collabora con i progetti massonici sull’immigrazione islamica e con tutti coloro che mirano a distruggere il volto cristiano del mondo occidentale. Cio’ e’ NETTAMENTE il contrario della divina verita’, mettendo Gesu’ Cristo sullo stesso piano di lucifero e prendendo le distanze dal Vangelo, e a duemila anni di insegnamento cristiano.
Secondo la giustificazione del Concilio Vaticano II l’ecumenismo si riferiva allo sforzo apostolico di convertire il mondo al cattolicesimo, oggi l’ecumenismo si riferisce allo sforzo di unire tutte le religioni in un’unica religione senza la conversione, rispettando tutte le religioni come essenzialmente uguali rendendo l’aspersione del sangue dei martiri vana, inutile ed insignificante.
Esso bestemmia la memoria dei santi e dei martiri i cui corpi furono gettati ai leoni le cui teste furono tagliate, dato il loro rifiuto di rinunciare alla propria fede, rifiutando di affermare che tutte le religioni sono uguali.
L’ecumenismo, ovvero, ”la grande fornicazione” deride il sacrificio di chi ha offerto la propria vita per il Vangelo rendendolo vano, inutile e ridicolo.
Guardando la Chiesa di oggi pare che i piani della massoneria si siano avverati in pieno: la Chiesa si Cristo viene sempre piu’ snaturata, umiliata e privata della Sua missione a partire dal Concilio Vaticano II (agli inizi degli anni 60) e’ stata un crescendo di eresie di depravazioni e di prostituzioni spirituali. Ma se Giovanni Paolo II nonostante le genuflessioni davanti al Dalai Lama, la giornata di preghiera con tutte le religioni ad Assisi, la preghiera con i rabbini per la venuta del loro messia (!) le preghiera assieme agli stregoni africani ecc. difese nelle sue encicliche i punti cardine del Cristianesimo: famiglia, Dottrina, Sacramenti, devozione mariana ecc le cose oggi sono precipitate: i piani dei massoni prendono sempre piu’ forma nella Chiesa di oggi, una chiesa non solo ecumenica, ma anche tollerante verso il peccato, come profetizzato dalla Madonna a La Salette nel 1846: ”Roma perdera’ la fede e diventera’ la sede dell’anticristo (leggi il messaggio della Madonna)
La Madonna con molta probabilita’ profetizzo’ anche a Fatima nel 1917, l’apostasia nella chiesa -in quel ”terzo segreto” in parte occultato, se non completamente distrutto- La Madonna rivelo’ a suor Lucia che era volonta’ di Dio che il segreto si svelasse nel 1960 (anno del Concilio) di modo che il messaggio potesse essere piu’ chiaro. Il famoso terzo segreto si riferiva con tutta probabilita’ all’amara previsione dell’Apostasia nella Chiesa e il Trionfo finale del Cuore Immacolato di Maria.
Se per molti profani della Parola di Dio l’ecumenismo e l’unita’ di tutte le religioni potrebbe costituire un segno di unita’ e di pace, noi che amiamo Gesu’ Unica Verita’ sappiamo bene che non e’ cosi’. ”I miei pensieri non sono i vostri pensieri,
le vostre vie non sono le mie vie” dice il Signore (Isaia 55,8). Il pensiero unico è molto più semplice. Molto più comodo. Molto meno responsabile. Un Rasoio di Hockam fin troppo riuscito, maledettamente attraente. Si sposa con il relativismo assolutista, e produce, procreandoli, frutti seducenti. Il felice è chi non conosce, e chi non conosce è chi non vede e chi non vede non si salva.
Spero che sia chiaro soprattutto ai ”credenti” che questa fusione spirituale non e’ opera di Dio, ma e’ opera della massoneria, questa e’ la famosa ”Apostasia” di cui si parla nell’Apocalisse. Secondo questa corrente progressista, l’elite arrivera’ a dominare il mondo ma prima bisogna togliere di mezzo l’ostacolo principale che si frappone al trionfo di Sion: il cristianesimo. Per accelerare la scomparsa di questa religione occorre che i cristiani abbandonino la loro moralità e abbraccino una nuova religiosità all’interno della quale Israele torni ad essere al centro del piano di salvezza. É per questa ragione che un pugno di israeliti occupa i posti più elevati all’interno di quella terribile arma psicologica che sono i mezzi di comunicazione, l’unico strumento in grado di rimuovere qualsiasi forma di resistenza all’avanzata del pensiero unico. Il Cristianesimo deve essere ridotto ad una sorta di religione che unisce in se’ tutte le altre religioni, essenzialmente tutte uguali, abolendo dogmi e la Parola del Vangelo che indica la conversione a Cristo Gesu’ come unica via di salvezza. E’ questo lo scopo dell’ecumenismo e delle immigrazioni massive e selvagge voluti fortemente dall’ elite, (non da Dio) snaturare completamente un continente che per duemila anni e’ stato CRISTIANO.

Non fatevi sedurre quindi da nè da finti buonismi nè da dichiarazioni filantropiche. La Chiesa e’ ben altro: essa e’ stata voluta da Dio per essere la Sua ”Milizia terrena”, ma, guardatevi intorno, dove e’ questa milizia?! Dobbiamo tornare a far sedere Gesu’ Cristo sul trono della gloria, Egli e’ il Signore, non abbiamo bisogno di illusioni umaniste che pongono l’uomo i suoi capricci, i suoi peccati e i suoi vizi al di sopra della Legge Divina. Non illudiamoci credendo in false dottrine create ad hoc col proposito di disperdere quel gregge che Gesu’ ha acquistato col Suo Sangue.
Pensate se San Paolo, San Pietro e gli altri Apostoli che per primi hanno diffuso la lieta novella avessero usato il linguaggio di  certi ecclesiastici di oggi, sarebbe nata la Chiesa duemila anni fa? No! Gli Apostoli la fondarono professando la Verita’ e co-operando col proprio sangue, affermando che le religioni NON sono tutte uguali, ma che esiste un’unica Verita’ ed essa ci e’ stata rivelata da Cristo Gesu’. La Chiesa dopo la Seconda Venuta di Gesu’ sulla terra, ma anche attraverso la nostra fede e la resistenza ad eresie, progressismi, modernismi ecc. tornera’ ad essere la degna Sposa del Signore!

Floriana Castro Agnello
Antimassoneria Copyright © 2015

ARTICOLI CORRELATI

Casi in cui e’ doveroso resistere all’autorita’ ecclesiastica

L’Anticristo in mezzo a noi

La Massoneria e la Protestantizzazione della Chiesa

Le origini ebraiche della massoneria e l’assalto alla Chiesa

Scandali nella Chiesa, ma i veri scandali sono altri

La salvezza offerta a tutti i popoli da Gesu’: un ostacolo per il messianismo ebraico

Precedente I padroni della propaganda e la dittatura del pensiero unico Successivo I signori della falsa pieta' e le altre barbarie che non scandalizzano i potenti