Dai 2milioni del Family Day ai 13 Km di fila per Padre Pio: un affronto troppo grave per i compagni

-A cura di Floriana Castro-
urlSanremo 2016. Alla manifestazione canora viene invitato il trafficante internazionale di bambini Elton John assieme al suo compagno. Motivo dell’intervento? Propaganda all’utero in affitto, e chi meglio di Elton John poteva pubblicizzare questo assurda assurda deviazione dal buon senso comune? Lui che per due anni in cui il bambino -nato da un cocktail di sperma mischiato a quello del suo compagno grazie all’affitto di una donna indigente- non ha fatto che piangere, un pianto inconsolabile, al punto che grazie alle decisive provviste di denaro Elton John decise di far prelevare dal seno della “madre biologica” (noi diremo madre e basta) il latte e farlo arrivare quotidianamente via jet privato in Inghilterra, per provare a lenire la sofferenza del piccolo Zac.  (clicca qui)

12665777_10206760227942086_766376582_n

Ovviamente la ramanzina sulla felicità che le donne indigenti costrette a vendere i propri ovociti (spesso rischiando la vita, spesso rischiando la fertitilità) possono dare ai ricchi e viziati occidentali omosessuali o eterosessuali che credono di poter comprare vita umana col danaro non sarà gratis: i soldi, tanti soldi (500.000 euro) li pagheranno i contribuenti italiani che a spese proprie saranno costretti a subire quest’ulteriore tentativo di indottrinamento perchè “ce lo chiede l’Europa”. Viene da chiedersi quindi: ma questo è un paese di omofobi o un paese decerebrato?   pare che  non abbia  importanza chiedersi se sia giusto o sbagliato ciò che si pubblicizza; sarebbe bello se qualcuno un giorno dicesse “ce lo chiede la coscienza”.

Comunque bisogna ammetterlo: è stato un duro inizio dell’anno per i nemici del buon senso (oltre che della fede). Il Family Day che ha spinto al Circo Massimo lo scorso 30 gennaio oltre 2 milioni di persone a spese proprie, con tutti i sacrifici che esso comporta, è roba tosta da digerire. Non è stato sufficiente oscurare o hackerare i siti che hanno preso posizione contro il disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili. (clicca qui) Niente paura, si rimedia subito: ecco in tv arrivare la Littizzetto e compagnia bella a sparare le solite banali volgarità: fascisti, sessisti, omofobi e cattobigotti; si rimedia con una settmana di full immersion tra fiction, film, interventi televisivi, servizi, spettacoli,inneggianti alla bellezza e alla virtuosità dei rapporti omosessuali,  fino ad arrivare a quello che (purtroppo) continua ad essere il più seguito dagli italiani, Sanremo appunto.

Poca rilevanza si è data al fatto che all manifestazione siano intervenute diverse comunità di fratelli musulmani, sì, quelli che loro dicono essere il nostro futuro…

Ma non solo la batosta dei due milioni di persone del family day: i nostri hanno pure dovuto sopportare, a pochi giorni di distanza pure i 13Km di coda dei fedeli per visitare la salma di Padre Pio portata a Roma in occasione del Giubileo: troppo!

Marco Travaglio,toscani omosessualizzazione toscani piano kalergiil più talentuoso dei giornalisti italiani; un coraggioso giornalista senza peli sulla lingua, che riesce a parlare per ore dei misteri d’Italia senza mai però nominare la parola “massoneria” , sbotta in prima pagina :

“Altro che Isis, il Medioevo è già qui grazie a Padre Pio” .

Ma questo è poco: la massiccia affluenza di fedeli per visitare la salma di Padre Pio ha fatto svenire dalla rabbia un altro toscani cristianesimo“grande” della comunicazione, si tratta del fotografo Oliviero Toscani, che ha così diavolescamente commentato:

«un uomo marketing della religione, le cui spoglie sono una mummia che esteticamente fa schifo». 

Toscani per chi non lo sapesse è il fotografo ufficiale di un’altra religione: quella del Nuovo Ordine Mondiale. Da anni è impegnato in campagne mondialiste che esaltano il piano Kalergi per l’ omogenizzazione delle razze, è il primo che riceve una telefonata quando c’è da ritrarre dei gay che giocano a fare i mammi, ovviamente senza mai trascurare il vilipendio nei confronti di papi e religiosi, (ovviamente sempre cattolici) fino ad arrivare alla blasfemia nel 1973 con quella foto che fece il giro del mondo in cui si mostrava il sedere di una signorina con scritta l’evangelica frase Chi mi ama, mi segua” ,  la marca di jeans “Jesus” un’altra versione dei manifesti, si rifaceva sempre all’allusione biblica con lo slogan “non avrai altro jeans all’infuori di me”.url-6 L’accostamento tra frasi della Bibbia e immagini provocanti non mancò di scatenare accuse e polemiche, in un’Italia in cui i Cristiani potevano ancora se non altro manifestare la propria indignazione senza essere offesi con i termini volgari e spudorati che si usano adesso.
Mentre camminavo per strada riflettendo a tutto ciò per caso ho dato uno sguardo alle macchine posteggiate sulla strada. Ho voluto prestare attenzione a ciò che gli italiani espongono sullo specchietto della loro auto. Su trenta auto ho contato 4 arbre magique, 2 corni, 3 peluches, 5 nulla, 3 chincaglieria varia, il resto delle auto esponeva Crocifissi e Rosari. Una cosa risulta ovvia, a prescindere dal grado di religiosità di ognuno di loro, una cosa è certa, la stragrande maggioranza degli italiani è ancora legata profondamente alle sue radici e alla fede che i propri avi hanno avuto in quella Cristianità che oggi è così selvaggiamente derisa e vilipesa, e c’è da rallegrarsi di come nonostante i profondi lavaggi di cervello, perversioni dei costumi e insinuazioni varie sul Cristianesimo gran parte della popolazione cerchi ancora la protezione di Gesù Cristo e della Madonna. E’ per questo che l’Italia secondo lorsignori è  il fanalino di coda della barbara Europa, poco importa la gloriosa civiltà dell’Impero Romano che il mondo intero ha cercato di imitare; e che dire di tutta la storia del popolo italico: un popolo di Santi, poeti e navigatori, prima che fosse assaltata dalla massoneria internazionale in occasione di quel Risorgimento di cui l’Italia non aveva proprio nulla da risorgere.

Un faro per tutte le civiltà del mondo, altro che fanalino. Una piccola fetta di terra, che ha dettato stili di vità e di civiltà; tradita dai suoi indegni rappresentanti, venduta da parassiti, costretta ad utilizzare una valuta tedesca e posta sotto la tirannia della dittatura europea che ne ha divorato le membra e adesso cerca di risucchiare quel poco di buono che è rimasto. Ma anche l’amore per la propria Patria di questi tempi potrebbe essere interpretato come fascismo, oltranzismo od oscurantismo: non c’è spazio per patriottismi, né tanto meno per populismi. “Non la massoneria, siete voi catto-talebani la rovina del Paese, fuori dall’Italia bigotti!” questa è una delle tanti frasi che circolano sui social. E chi sarebbe la rovina del nostro paese? La sana e pacifica resistenza che ha visto riuniti milioni di italiani al Circo Massimo,url o quel vile esercito della sinistra che si fa chiamare “no-global” in realtà perfettamete allienato (oltre che pagato) con tutti i disegni dell’Alta Loggia?

(a sinistra uova contro il Tricolore in occasione della manifestazione No-Expo)

Quell’esercito che imbratta pubblicamente la nostra bandiera, simbolo di un Paese che vuol rimanere a galla; quell’ esercito traviato e smanioso di gettarsi ormai in mutande in quel melting pot degli orrori i cui vapori tossici hanno atrofizzato ormai i cervelli di tanti. Fuori dall’Italia? Chi dovrebbe andarsene, i nemici che la odiano o chi desidera tornare a vederla come maestra di etica e civiltà?

-Floriana Castro-
Antimassoneria Copyright 2016

ARTICOLI CORRELATI

La sinistra propagandista di false libertà

Da Carlo Magno all’Anticristo: il ratto d’Europa

Apologie per la sopravvivenza della civiltà occidentale

I piani dei compagni per scristianizzare il mondo

La verità sull’alleanza nazista-comunista: il massacro di Katyn

I commenti sono chiusi.