La chiesa ecumenica con due Papi: le profezie della Beata Anna Katherina Emmerick

E0702 MAX 7739

“Poi vidi che tutto ciò che riguardava il protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. (…) In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre”  (…)  Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante. Ma Dio aveva altri progetti”

La Beata Anna Katharina Emmerick (1774- 1824)

La beata mistica, veggente, Anna Katherina Emmerick, (1774-1824 ) ricette da Dio diversi doni sovannaturali, tra cui: stigmate, levitazione, bilocazione, divinazione ed estasi.

Di lei si dice che sapesse distinguere gli oggetti sacri da quelli profani, che potesse leggere nel pensiero delle persone e che avesse visioni di fatti che avvenivano nel mondo: vide per esempio dettagli della rivoluzione francese. Previde la caduta di Napoleone, dodici anni prima che avvenisse. Le sue esperienze mistiche erano spesso accompagnate da fenomeni di levitazione e bilocazione.

Nota soprattutto per le sue dettagliate visioni dell’Inferno, Paradiso e Purgatorio e per le visioni della passione di Nostro Signore Gesu’ dalla quale e’ stato tratto il film di Mel Gibson ”La passione di Cristo”.
Tra le visioni della monaca tedesca hanno spazio anche alcune profezie apocalittiche sul destino della chiesa e sulle visioni minuziose e realistiche dei ”due Papi” ; sulle sofferenze del Papa emerito, sulla sua cacciata dal trono di Pietro e sulla Grande Apostasia che si sarebbe perpetrata all’interno della Chiesa.

La Chiesa di oggi che si sforza di essere falsamente ecumenica, che rinuncia a proclamare la verita’ evangelica per poter asservire alle esigenze dei peccatori impenitenti, che rinuncia alla divinita’ di Gesu’ Cristo per poter meglio ”dialogare” con gli eretici e gli occultisti; che collabora con i progetti massonici sull’immigrazione islamica e con tutti coloro che mirano a distruggere il volto cristiano del mondo occidentale.
Cio’ e’ NETTAMENTE il contrario della divina verita’, mettendo Gesu’ Cristo sullo stesso piano di lucifero.

Secondo la giustificazione del concilio Vaticano II l’ecumenismo si riferiva allo sforzo apostolico di convertire il mondo al cattolicesimo, oggi l’ecumenismo si riferisce allo sforzo di unire tutte le religioni in un’unica religione senza la conversione, rispettando tutte le religioni come essenzialmente uguali rendendo l’aspersione del sangue dei martiri vana, inutile ed insignificante.
Esso bestemmia la memoria dei santi e dei martiri i cui corpi furono gettati ai leoni le cui teste furono tagliate dato il loro rifiuto di rinunciare alla propria fede, rifiutando di affermare che tutte le religioni sono uguali.
L’ecumenismo, ovvero, ”la grande fornicazione” deride il sacrificio di chi ha offerto la propria vita per il Vangelo rendendolo vano, inutile e ridicolo.
18244_398025703731062_8418008204859845272_n
Katharina Emmerick fu, credo, la prima ad aver previsto alcuni aspetti della futura riforma liturgica: “La Messa era breve. Il Vangelo di san Giovanni non veniva letto alla fine”.
Ma ciò che salta immediatamente all’occhio, è la sua previsione di un tempo futuro di coesistenza di due papi: “Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città (di Roma). Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità” (13 maggio 1820).

La chiesa che va formandosi, nella profezia emmerickiana, è una chiesa “falsa”, dalla dottrina corrotta (più avanti dirà protestantizzata) e dall’infestazione di un clero “tiepido”. Ma tutto questo non impedì alla chiesa di “aumentare di dimensioni”. 
Anche il cambio di dimora e la clausura di quello che oggi è il Papa emerito sarebbero stati preannunciati: “Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrirà molte altre prove prima dimorire.
Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente” (10 agosto1820). Anche qui, ancora una volta, è la popolarità e l’influenza della nuova chiesa a preoccupare la beata.

Ecco,poi, la profezia sulla protestantizzazione della chiesa cattolica:
“Poi vidi che tutto ciò che riguardava il protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza.
La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione.
In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre” (1820).
E ancora, sempre sulla “chiesa grande”: “Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante. Vidi anche degli ebrei che si trovavano sotto il portico della chiesa. Tutte queste cose mi diedero tanta tristezza”. (27 settembre 1820)

Ma questa profezia non si ferma qui, preannuncia anche la dottrina che, dagli anni postconciliari, guida gran parte della pastorale ecclesiastica, quella dell’ecumenismo e della libertà religiosa: “Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Così doveva essere la nuova chiesa… Ma Dio aveva altri progetti” (22aprile 1823).

“Vidi la Chiesa di San Pietro: era stata distrutta ad eccezione del Santuario e dell?Altare principale [3]. San Michele venne giù nella chiesa, vestito della sua armatura, e fece una pausa, minacciando con la spada un certo numero di indegni pastori che volevano entrare. Quella parte della Chiesa che era stata distrutta venne prontamente recintata? così che l?ufficio divino potesse essere celebrato come si deve. Allora, da ogni parte del mondo vennero sacerdoti e laici che ricostruirono i muri di pietra, poiché i distruttori non erano stati capaci di spostare le pesanti pietre di fondazione”. (10 settembre 1820)

“Ho anche visto le varie regioni della terra. Gesù nominò l’Europa e, indicando una regione piccola e sabbiosa, espresse queste sorprendenti parole: “Ecco la Prussia, il nemico”. Poi mi mostrò un altro luogo, a nord, e disse: “questa è Moskva, la terra di Mosca, che porta molti mali”. (1820-1821)

Stupisce la consonanza con molti aspetti della chiesa di oggi.
Queste profezie di Katharina Emmerick combaciano con l’ostilità degli alti ecclesiastici moderni verso la santa Messa tradizionale, l’abito ecclesiastico, la sua apertura ecumenica a musulmani, protestanti ed ebrei; il suo rifiuto dei tradizionalisti che grossolanamente identificano con i fondamentalisti; il loro concetto spiritualistico della chiesa “essenzialmente spirituale” che ricorda l’eresia dell’era pneumatica di Gioachino da Fiore; di conseguenza la riduzione dei sacramenti a meri gesti del Signore che non sono prestazioni o territori di conquista di preti o vescovi.
Floriana Castro Agnello

ARTICOLI CORRELATI

L’Anticristo in mezzo a noi

Come i massoni vogliono la Chiesa

Apostasia: quando il figlio dell’uomo ritornera’ trovera’ la fede sulla terra?

La protestantizzazione della Chiesa

L’assalto massonico alla Chiesa di Cristo

Le false interpretazioni delle sette protestanti sulla Bibbia

Casi in cui e’ doveroso resistere all’autorita’ ecclesiatica

La Madonna a la Salette: Roma perdera’ la fede e diventera’ la sede dell’Anticristo

Precedente Nel 1700 Anna Maria Taigi previde le processioni della lussuria: i gaypride Successivo Apostasia nella Chiesa: Quando il Figlio dell’uomo ritornerà, troverà ancora la fede sulla terra?