L’assurdo paragone tra le immigrazioni dei nostri avi e l’invasione islamica dell’Europa

MIGRAZIONI USA E EU

Sbaglia chi paragona l’ondata migratoria che s’è abbattuta sull’Italia con quella che s’abbatté sull’America a partire dalla meta’ dell’800! Non è affatto la stessa cosa; e non lo è per alcuni motivi abbastanza semplici che i non-informati ignorano e che gli informati fingono di ignorare per convenienza o malafede.

Il primo è che nella seconda metà dell’Ottocento l’ondata migratoria in America non avvenne in maniera clandestina ;furono gli americani stessi a volerla e a sollecitarla, per un preciso atto del Congresso, non per buonismo o falsa pieta’; a quei tempi l’America era un continente in piena espansione ; occorreva forza lavoro, occorrevano operai per costruire le ferrovie , occorrevano operai per le numerose fabbriche .

Negli Stati Uniti, all’arrivo nel porto di New York, gli emigranti sbarcati erano costretti a molti severi controlli; Tutta una serie di norme operavano una prima, drastica selezione. Esse spaziavano nei più disparati campi: si veniva respinti per malattia e al più presto reimbarcati per il paese di origine (pure nel caso di malattie non contagiose) o per indigenza estrema, per età giovanile o troppo avanzata, per stato civile (donne e orfani che non avevano nel paese chi li soccorresse e li aiutasse a trovar lavoro).

Da noi tutto cio’ non avviene :Qualsiasi clandestino viene portato in hotel senza :nessuna selezione, nessuna precauzione , nessuna identificazione , nessun controllo sanitario adeguato. Cio’ e’ semplicemente incosciente davanti alla minaccia dell’ l’ ISIS (ormai alle porte) e alla minaccia di malattie gravi e trasmissibili come la scabbia.

Quanti immigrati italiani ed europei in USA persero la vita nelle esplosioni per la creazione di tunnel , gallerie o per altri incidenti sul lavoro.
Tutti i lavoratori erano accomunati dalle condizioni di lavoro pericolose e di sfruttamento, prevalenti in gran parte degli Stati Uniti.
Le aziende solitamente richiedevano lunghe ore di lavoro estenuante in cambio di paghe basssissime , tasse e nessun benefit.
Quando il numero richiesto di migranti fu raggiunto l’America chiuse le frontiere e gli aspiranti emigranti dovettero optare per l’America latina .

Mai il governo statunitense nonostante sollecitasse le migrazioni dei popoli Europei -che fuggivano da poverta’ estrema , conflitti e molto altro- finanzio’ viaggi , sistemazioni in hotel o resort , ne tantomeno mise mai a disposizione 40 euro al giorno per il mantenimento della futura e preziosissima mano d’opera che arrivava dall’Europa ,MAI!

Guardando alcune foto in bianco e nero dei primi emigrati in America la prima cosa che mi colpisce e’ il loro sguardo sottomesso , assente , privo di certezze ;molto diverso da quei volti distorti, spavaldi e ostili che incontri lungo le coste siciliane.
Che differenza con gli Italiani in America ! dopo alcuni anni a malapena ricordano a malapena il loro dialetto e americanizzano il loro nome ;essi, nonostante abbiano annichilito un’intera esistenza per contribuire al progresso USA sono grati verso il paese che li ha ospitati .
Un attegiamento molto diverso da quello dei figli di allah : quegli sguardi minacciosi che ti gelano quando passando davanti ad una chiesa fai il segno della Croce Quell’aria sicura, quella testa alta, quei pugni chiusi, pronti a colpire chi li ospita.

Quant’e’ emozionante guardare quei film in cui i nostri avi alla vista delle coste New Yorkesi gridavano :”L’AMERICA!” e alla vista della maestosa statua della liberta’ (per loro simbolo di accoglienza, di prosperita’ ,di americanita’ ), saltavano e cantavano di gioia e la salutavano sventolando il cappello, e che amarezza vederli poi- una volta sbarcati- perdere le loro illusioni davanti alla realta’; le strade non erano pavimentate di oro come loro immaginavano e addirittura sarebbe toccato a loro costruirle.
Quanto contrasto con la spavalderia dei figli di Allah; con il loro odio e disprezzo verso i nostri simboli religiosi, con la deturpazione delle nostre strutture -che hanno costruito con i soldi dei contribuenti italiani-con le loro preghiere (poco ecumeniche) ad allah akbar affinche’ distrugga gli infedeli, cioe’ noi.

Un’altro punto : L’America e’ un vasto continente e all’epoca dell’inizio delle migrazioni era in gran parte spospolato; la maggior parte della popolazione si condensava nella parte dell’est, nel Midwest ossia nelle regioni centrali c’erano soltanto alcune tribù di pellerossa e qualche famiglia di pionieri, nel Far West non c’era quasi nessuno.
Infatti la corsa al Far West era appena incominciata e la California era quasi vuota.
L’America era un continente giovane, strappato da un paio di secoli con forza e violenza agli indiani nativi d’America e quindi privo di una cultura e di una storia : un selvaggio mix di etnie, lingue , religioni culture e popolazioni di ogni genere .

Situazione completamente diversa da noi in Italia.
L’Italia e’ un paese molto piccolo, ed e’ tutt’altro che spopolato e tutt’altro che in via di espansione: abbiamo un debito pubblico pari a 2.200 miliardi, 4milioni di cittadini italiani che vivono in condizioni di poverta’ assoluta e altri 50 milioni che non se la passano molto bene…e non e’ che l’inizio…

Abbiamo strade e ponti che crollano dopo una settimana dall’inaugurazione, scuole e strutture fatiscenti e servizi pubblici pietosi, non ci sono soldi per costruire moschee!

Questi immigrati di cui l’Italia avrebbe bisogno che lavoro dovrebbero svolgere? In che modo supplirebbero al presunto bisogno di mano d’opera? Bivaccando nella città col pretesto della merce-da-vendere, droga e prostitute incluse? Bighellonando e deturpando i nostri monumenti? Ubriacandosi sui sagrati delle chiese?
Come si puo’ negare tutto cio’? Assurdo e fuori luogo qualsiasi buonismo e questa falsa pieta’ in questo caso.
Come si puo’ pensare di strappare dalla poverta’ questa gente per dare un loro un futuro peggiore? E come si puo’ pensare di poter dare loro un futuro senza conoscerne nemmeno il passato, cioe’ : chi sono quelli che realmente vorrebbero lavorare ? Chi sono quelli realmente in fuga da guerre e magari avrebbero diritto ad asilo politico? chi viene solo perche’ spinto da una opportunita’ ? chi viene per concretizzare i folli ideali del loro profeta?
L’Italia possiede una richezza spirituale invidiabile in qualsisi campo: culturale , storico religioso; proviene dalla civilta’ romana ;una delle piu’ grandi della storia di tutti i tempi.
C’e’ una cultura ben precisa che e’ stata creata nel corso di 3 mila anni di storia dai piu’ grandi: scienziati, santi, poeti, artisti e navigatori.

In Italia c’ e’ una Chiesa da oltre 2000 anni che si chiama Chiesa Cattolica che nonstante le varie considerazioni personali nessuno puo’ negare quanto abbia contribuito alla storia del pensiero; ogni cittadino e’ indissolubilmente legato ad essa ,anche quello che si ritiene piu’ agnostico o ateo non riesce mai a non esplodere in suppliche del tipo :”Gesu’ aiutami! Signore perche’?! Madonna mia!Signore che ho fatto di male?! ” perche’ il Cristianesimo in tutti noi e’ radicato profondamente nel nostro DNA ,nessuno lo neghi !

Qui non c’e’ spazio per chi vuol cambiare il nostro pensiero e la nostra cultura ; non c’e’spazio per: poligamia, harem, kamikaze, jihadisti, lapidazioni,mujaheddin,imam e meno che mai per l’odiatissimo burkah!

Credo che questa precisazione fosse doverosa per rendere onore alla memoria dei nostri avi emigrati in America o in qualsiasi altra parte del mondo e per il rispetto che si deve all’identita’ della nostra Italia che si vuole depersonalizzare, impoverire e spaccare furbescamente ancor di piu’ in due ideologie politiche per la convenienza dei poteri forti; Abbiamo avuto una storia, una cultura e una civilta’ invidiabile ed e’ per questo che stanno cercando di ditruggerla; un popolo che si priva dell’amore per la la propria patria, dell’amore per la propria cultura, della propria fede e valori e’ facilmente piu’ dominabile…
Floriana Castro
Antimassoneria © Copyright 2015 nota su copyright

ARTICOLI CORRELATI

Cristiani circondati: solo Dio puo’ aiutarci

Le “profezie” di Gheddafi: La fecondita’ islamica cancellera’ il volto del Vecchio continente

Uniformare la razza: Le ragioni occulte sull’immigrazione massiva

I signori della falsa pieta’ e le altre barbarie che non scandalizzano i potenti

I muscoli degli immigrati e l’Europa senza cervello

I commenti sono chiusi.