Le rivelazioni di Rockefeller ad Aaron Russo: La Truffa dell’11 Settembre, il microchip, il femminismo e altri intrighi

RussoandRockefeller

In alto a sinistra Aaron Russo con Nicholas Rockefeller a destra

Rivoluzione sessuale, Distruzione della famiglia: Le basi del Nuovo Ordine Mondiale.
Aaron Russo e’ stato un produttore cinematografico, un regista e un attivista politico ebreo. Noto per aver prodotto film come Trading Places, Wise Guys, eThe Rose. Più tardi, nella vita, egli si dedicò alla realizzazione di documentari a sfondo politico e libertario come Mad as Hell e America: Freedom to Fascism. Sei mesi prima della morte, Russo ha rilasciato un’intervista rivelatrice al giornalista Alex Jones 1 in cui ha parlato di fatti avvenuti undici mesi prima del fatidico 11 settembre 2001. Ne emerge un quadro impressionante in cui spunta il Council on Foreign Relations, il cosiddetto governo-ombra degli Stati Uniticapitanato dalla dinastia bancaria dei Rockefeller. Ecco la sua testimonianza.

Aaron Russo: Ho incontrato (Nicholas) Rockefeller tramite un avvocato che conoscevo. Quest’ultimo mi ha chiamato per dirmi che Rockefeller desiderava incontrarmi. Avevo girato un video, lo aveva visto e desiderava vedermi. L’ho incontrato e mi è sembrato un tipo apposto. Abbiamo discusso e confrontato le nostre idee e i nostri modi di pensare. Fu allora che egli mi disse, undici mesi prima degli attentati dell’11 settembre, che sarebbe accaduto un fatto. Non mi disse di che cosa si trattava, ma che ci sarebbe stato e che, a partire da quel fatto, (noi americani) avremmo invaso l’Afghanistan per costruire oleodotti attraverso il Mar Caspio; avremmo invaso l’Iraq per prendere il controllo del petrolio e stabilire una base nel Medio Oriente, e integrarli nel Nuovo Ordine Mondiale.

Subito dopo avremmo occupato il Venezuela di Chavez. Ricordo che mi raccontò che si sarebbero visti i nostri soldati partire alla ricerca dei responsabili in Afghanistan, in Pakistan e in tutti quei luoghi, e che ci sarebbe stata una guerra al terrorismo in cui non ci sarebbero stati nemici reali, che tutto sarebbe stato una menzogna, e che sarebbe stato un modo per il governo di controllare gli americani.

– Alex Jones: «Le ha detto che sarebbe stata una menzogna»?

– Aaron Russo: Ciò era molto chiaro. Questa è la guerra contro il terrorismo. Perché mai non è successo più nulla dopo gli attentati dell’11 settembre? Credete che la sicurezza sia così grande in America, e che i responsabili di quegli atti non possano più dirottare un aereo? É ridicolo! L’11 settembre è stato organizzato da gente del nostro governo, dal nostro sistema bancario per creare paura nella popolazione in modo che accettasse ciò che il governo aveva deciso di fare. Ecco di che cosa si tratta: di una falsa guerra contro il terrorismo, la prima delle menzogne. L’altra è stata andare in Iraq dicendo che Saddam Hussein aveva armi di distruzione di massa.

– Alex Jones: «E le ha detto che ci sarebbe stato questo grande evento e che poi sarebbero venute come ritorsione le guerre contro il terrorismo, ecc…»?

– Aaron Russo: Sì, e che non ci sarebbero stati nemici realmente identificabili, tanto che non ci sarebbero stati vincitori, e che sarebbe stato perfetto, che non si sarebbero potuti trovare responsabili. Sì, perché così non ci sarebbe stata una vittoria definitiva e il conflitto poteva durare in eterno, potevano fare quello che volevano e continuare a spaventare il pubblico americano. Questa guerra contro il terrorismo è una menzogna, una farsa. É una cosa difficile da confessare perché si intimidisce la gente affinché stia zitta. Ma la verità sarà rivelata nel grande giorno. L’importante è che la gente sappia che tutta questa guerra è una menzogna, una farsa. La guerra contro il terrorismo è solo uno scherzo. E finché non ci sarà la verità sull’11 settembre, fin quando non si saprà chi è il vero responsabile e il perché ne è all’origine e alla fonte, finché non sapremo la verità sull’11 settembre e chi ne ha tirato le fila non sapremo la verità su questa guerra al terrorismo. Rockefeller mi disse: «Se sarai reclutato, non preoccuparti: il tuo chip la identificherà come uno dei nostri e sarai intoccabile». Sono stato reclutato. Ricordate che noi eravamo amici, mangiavamo insieme, parlavamo insieme, mi parlava dei suoi affari, dei suoi investimenti; mi chiese se mi interessava entrare nel Council on Foreign Relations, non avevo chiaro il passo, sapevo da dove venivo. Gli ho detto: «Lo apprezzo Nick, ma non è il mio modo di vedere le cose; non mi interessa asservire la gente». Mi rispose: «Perché ti interessi della gente? Prenditi cura di te e della tua famiglia! Perché ti deve toccare la vita altrui? Sono servi, è il popolo»! Gli risposi: «Tu hai tutti i soldi che ti servono, il potere che vuoi; che cosa vuoi di più? Qual è l’obiettivo finale»? Mi ha risposto che l’obiettivo era che tutto il mondo fosse chippato e che i banchieri e l’élite controllassero il mondo impiantando un microchip sottocutaneo. (cos’e’ il microchip)
Gli ho chiesto se tutti nel Council on Foreign Relations la pensassero come lui. Mi ha risposto: «No, la maggior parte pensa di lavorare per il bene di tutti». Un’altra cosa che mi ha confidato: parlavamo di emancipazione femminile e lui mi ha detto: «Che ne pensi»? Gli ho risposto che la trovavo una buona cosa, che le donne avevano diritto ad andare a lavorare come gli uomini e il diritto di votare. Allora lui mi disse ridendo: «Sei un idiota»! «Perché»?, gli chiesi, e lui mi rispose: «Ti dico di che cosa si tratta realmente: siamo noi Rockefeller all’origine dell’emancipazione della donna, noi che possediamo i giornali, le televisioni, la Fondazione Rockefeller. Vuoi sapere le principali ragioni per cui l’abbiamo fatto? La prima è che altrimenti potevamo tassare solo metà della popolazione. La seconda è che così i bambini sarebbero andati a scuola prima, così avremmo potuto indottrinarli più facilmente e rompere i legami familiari. Così avrebbero considerato lo Stato come la loro famiglia, e la scuola e le autorità come la loro vera famiglia. Ecco le principali ragioni dell’emancipazione della donna». E poiché vedevo in questo una buona causa, quando ho visto le loro vere intenzioni e perché l’avevano organizzato, vidi il male nascosto dietro questa nobile causa.

– Alex Jones: «Aaron, lo sa che la CIA ha fondato la rivista Miss»?

– Aaron Russo: No, non lo sapevo, non ne ho mai parlato. La CIA ha creato Miss? Con l’obiettivo di tassare le donne che lo avrebbero comprato. Sospettavo che la CIA fosse implicata. L’amicizia con Nicholas Rockefeller mi permise di scambiare idee, punti di vista, le nostre filosofie. Voleva che partecipassi a ciò che faceva, che diventassi membro del Council on Foreign Relations, che era una buona opportunità per il mio lavoro e voleva evitare che mi battessi contro di loro informando la popolazione. Avevo molto successo nel mondo del cinema. Ho visto ciò che accadeva realmente e piuttosto che diffondere la verità alla popolazione voleva che fossi uno di loro. Era semplice. Così hanno tentato di reclutarmi. Ho declinato l’invito. Ricordo che un giorno mi disse che se avessi accettato avrei avuto un microchip speciale, e se mi avessero arrestato sarebbe bastato mostrare la carta o il mio chip al poliziotto e mi avrebbero lasciato stare perché ero uno di loro. Mi chiese: «Perché ti interessa questa gente? Qual è il tuo scopo? Questa gente dev’essere messa sotto controllo. La Costituzione e ciò per cui ti batti non è che per una minoranza che deve vivere così. Noi pensiamo che la società debba essere diretta da un’élite che controlla tutto». Gli risposi: «Io non lo credo affatto. Penso che Dio mi abbia piazzato sulla Terra perché diventi la migliore persona possibile. Come non è importante e neppure perché diventi uno schiavo o una pecora per la gente dell’èlite. Non capisco perché tu voglia controllare tutto. Che cosa ti aggiunge? E lui:«Ho posto la domanda ad altri membri per vedere se la pensavano come te. Molti pensavano di fare il bene comune, credono che il socialismo sia la strada migliore. Pensano di fare il bene, ma quelli che dirigono – solo loro – conoscono la verità».

«Quindi c’è una gerarchia anche a livello dell’èlite»?
Aaron Russo: «Certo, ci sono molte persone, 2.000-3.000 persone, non so esattamente. Non sanno di che cosa si tratti veramente. Sono entrati perché era prestigioso. Pensano che sia proficuo per il loro lavoro, ma non sanno di che si tratti veramente. Tutte le cattive intenzioni che si nascondono dietro». Per me, il peggio è quello che sta succedendo ora, perché ciò che è successo l’11 settembre è criminale. Perché non sappiamo la verità sull’11 settembre. (truffa attentato dell’11 settembre ad opera di Al Qaeda)

12009816_691617544313922_4191081029795714240_n– Alex Jones: «Nick Rockefeller le ha detto undici mesi prima degli attentati che ci sarebbe stato un evento… Che cos’ha pensato la mattina dell’11 settembre? Dove era? Ha collegato a ciò che Rockefeller le aveva confidato»?

– Aaron Russo: Ero a Tahiti quando è successo. Sono stato informato da mio figlio. Mi ha detto: «Le torri gemelle»! Sono appena state attaccate». Ero a Tahiti e stavo andando a dormire. Mi parlò degli aerei. Non avevo la TV e ho dovuto andare in un albergo per le informazioni. Ma quando ho visto ciò che accadeva in Afghanistan, nell’Iraq, ecc…, allora ho capito di che si trattava. Dunque, con Nick Rockefeller abbiamo parlato di molte cose. Un giorno abbiamo discusso della diminuzione della popolazione mondiale, e su questo punto ero d’accordo, ma non credevo di dover determinare chi doveva vivere e chi doveva morire.
Invito tutti i lettori a guardare il film di Aaron Russo ”America from freedom to fascism”

Lui mi ha detto che pensavano di diminuire la popolazione mondiale e di ridurla alla metà. In un altro momento in cui discutevano delle possibili soluzioni al problema che ponevano i palestinesi per gli israeliani, mi ha detto che avevano persino prospettato di spostare Israele in Arizona, di prendere le gente d’Israele, di offrire milioni di dollari e di rifondare Israele in Arizona.

Floriana Castro
Antimassoneria Copyright © 2015.


ARTICOLI CORRELATI

Fine programmata della democrazia

Il Microchip: una realta’ alle porte

Una moneta di carta per prosciugare le vere ricchezze della terra

L’anticristo in mezzo a noi

I signori della falsa pieta’ e le altre barbarie che non scandalizzano i potenti

Cristiani circondati solo Dio puo’ aiutarci

Le origini ebraiche della massoneria

Progetti futuri della massoneria

Cos’e’ la massoneria: padre amorth

Putin uscito dall’elite’ : il sogno di una rifondazione della civilta’ cristiana

 

I commenti sono chiusi.