L’occidente senza katèchon si prepara all’imminente intronizzazione di Lucifero

1° ESSI VIVONO NOI DORMIAMO

 essi vivonoEra il 1988. In tempi quindi non sospetti, sugli schermi cinematografici passava un film di “fantascienza” scartato dalla critica e ignorato dal pubblico dal titolo “Essi vivono noi dormiamo”. Eppure il regista hollywoodiano John Carpenter è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico di tutto rispetto, molto noto nell’ambiente e molto informato sui piani della sètta del Nuovo Ordine Mondiale. Almeno per lo spettatore degli anni ’80, la pellicola, a prima vista, poteva sembrare un calderone pieno di sciocchezze e vacuità. In realtà, Essi vivono comunica un forte messaggio riguardo l’élite descrivendo chiaramente il piano degli Illuminati e l’ambizione del controllo delle masse di tutto il mondo. Mentre seguiamo il protagonista del film John Nada (nada in spagnolo significa “niente”) nel suo vagabondare senza mèta per la città, la telecamera si concentra spesso su persone che guardano ipnotizzate la televisione e assorbono quindi passivamente tutti i suoi messaggi. La gente comune sembra apprezzare gli show televisivi proposti…. mezzi di distrazione di massa per il rimbecillimento umano su scala globale, almeno fino a quando un’organizzazione, riuscendo ad oscurare le frequenze, si mette a trasmettere messaggi sovversivi su chi li controlla. Nell’aria, infatti, c’è una sensazione di costante pericolo: gli elicotteri sorvolano e controllano la città e certi preti, agli angoli della città, avvertono il pericolo imminente urlando senza sosta per informare il popolo sui pericoli che i loro governanti ordiscono ai loro danni. Appena arrivato in città, Nada ascolta incuriosito la predica di un sacerdote tiene all’aperto:

«Si mimetizzano tra di noi come serpenti… e quando il serpente vomiterà dalla sua bocca, sarete travolti «dal fiume del suo assenzio. A loro si sono prostituiti tutti i governanti e la Terra è diventata un covo di corpi pieni di spiriti immondi perché le nazioni stanno bevendo il vino della loro sfrenata concupiscenza e i governanti si sono prostituiti con loro e i mercanti si sono arricchiti del loro lusso sfrenato. SVEGLIATEVI HANNO PRESO IL POSTO DI DIO»!

2° HANNO PRESO IL POSTO DI DIO

Carpenter, inteneva esporre sul grande schermo i piani dei padroni del mondo giunti ormai ad un buon punto dell’opera per la costruzione della nuova globale società luciferica? Credo proprio di sì. Dopo essere rimasto incuriosito dai messaggi mandati dai profeti anti-sistema, Nada scoprirà che essi fanno parte di un’organizzazione ribelle sta cercando di reclutare persone per combattere e scacciare questo governo-ombra. L’organizzazione di cui fa parte il prete predicatore, riuscirà ad oscurare le frequenze, riuscendo a trasmettere messaggi sovversivi contro chi li controlla:
«Ci rendono schiavi delle forze oscure della materia corporale e con la vanità, l’ansia e l’indolenza ci anestetizzano la mente. La nostra natura umana si è lasciata sopraffare dalle istituzioni esistenti, crediamo di essere ricchi invece siamo precipitati nell’abisso dell’aridità e della miseria, privandoci di ogni aspirazione espressione e valore umano. Questi artifici ci mantengono in uno stato di banalità elevata impedendoci di vedere la degradazione con la quale abbiamo schiacciato il mistero di Dio che è in noi, e se continueremo a vegetare nella vigliaccheria nella cecità e nel mutismo sarà la fine. Si sono impadroniti della Terra e ci manovreranno indisturbati finché non li scopriremo e quando ci avranno annientati useranno la melma della nostra materia per concimare i loro giardini».
Che dire? Un discorso rivolto ai cittadini “pecora” che ha un sapore altamente profetico. Ma gli spettatori tele-visionari infastiditi da questo messaggio si sono beccati un forte mal di testa: la verità fa male.. è meglio vivere nell’illusione. Nada comincia a rendersi conto che c’è qualcosa di sbagliato nel suo Paese. L’intraprendente ragazzo che crede nei valori umani e nel rispetto delle leggi, comincia pian piano ad intuire il marcio della società. 1

3° ALCUNI RIESCONO A VEDERE

 Deciso a saperne di più, Nada rientra nella chiesa e trova un paio di cose interessanti: una scatola piena di occhiali da sole che gli permettono di vedere il mondo com’è veramente. Gli occhiali, nel linguaggio e simbolico del film rappresentano la Grazia.

«Non sanno nulla, non capiscono nulla;hanno impiastrato loro gli occhi perché non vedano, e il cuore perché non comprendano» (Is 44:18).

Senza la Grazia, infatti non è possibile discernere i piani sovversivi dei signori che muovono i fili del governo-ombra, che manovrano l’alta finanza, il mercato, i media, i servizi segreti… schiacciando i popoli e calpestando gli Stati un tempo “sovrani”. Questi “occhiali da sole” regaleranno a Nada il dono più grande: la verità. Nada non è più il cittadino comune che vive nell’ignoranza e nell’inconsapevolezza. Con gli occhiali sarà in grado di leggere i messaggi che l’èlite invia alle masse tenedole in uno stato di subalternità, ignoranza frivolezza e cattività. Non importa quale rivista Nada sfogli, o quale programma guardi in TV: ci saranno sempre gli stessi messaggi subliminali, il chè la dice lunga sul loro scopo e il loro fine comune: rafforzare i messaggi indirizzati alle masse dall’élite.

In basso alcuni simboli dell’èlite che ci ritroviamo davanti durante lo shopping anche quando siamo lontani dalla TV

La scoperta più sconcertante per Nada riguarda le persone attorno a lui: Nada si rende conto che sono ovunque e che occupano posizioni di potere, come un politico, commissari di polizia, avvocati, personaggi del mondo della moda ecc, in poche parole tutta la classe dirigente. Attraverso questi occhiali,

alieno_essi_vivonoNada, vedrà le persone ai vertici del potere sotto le sembianze inumane nel film chiamati “alieni”. Ovviamente il tutto è sempre in chiave simbolica: il regista sta cercando di comunicare l’inumana perfidia di questi personaggi, anche se tanti purtroppo oggigiorno credono letteralmente nella natura aliena o “rettiliana” di questi personaggi, soprattutto dopo le pubblicazioni del gatekeeper David Icke che ha preso sicuramente spunto letteralmente da questo film per esporre la natura dei banchieri e degli èlitaristi! Anche se pare che i membri della setta degli Illuminati – nella loro possessione demoniaca- sono veramente convinti di appartenere ad una stirpe aliena, venuta da un altro pianeta, come ha anche riferito la superstite delle sperimentazioni MK-Ultra Cathy O’Brien.
Non appena gli Illuminati (o le loro pedine) si rendono conto che Nada riesce a vedere, avvertono immediatamente le autorità dicendo: «Ne ho trovato uno che riesce a vedere». La capacità di «vedere» è ovviamente malvista dai membri dell’èlite, in quanto preferiscono non essere scoperti durante l’attuazione del loro complotto, denigrando, offendendo e perseguitando coloro CHE RIESCONO A VEDERE. Nada diventa rapidamente un paria sociale e gli “alieni” si mettono sulle sue tracce.

4° IL SEGRETO DELLA COSTRUZIONE DELLA SOCIETA’ LAICA

obey

Il messaggio di John Carpenter nel film “Essi vivono, noi dormiamo” è chiaro: la gente comune vive addormentata, drogata di TV, di cattive abitudini, di stili di vita peccaminosi e pericolosi al fine della salvezza eterna. Stordite e inebetite le masse si lasciano manipolare da questi personaggi che nel film vengono chiamati alieni, in realtà il loro aspetto è più simile a degli scheletri-zombie, richiamando il teschio molto significativo nella simbologia massonica. Il teschio simboleggia la vittoria dello spirito sul corpo, sovrastando le due tibie incrociate e divide in quattro, cioè “squarta”, il corpo. Il regista ci sta comunicando che questi “alieni” sono massoni e satanisti e che occupano altissime cariche all’interno della società capaci di sorvegliare i cittadini in ogni loro singolo movimento; di manipolare le coscienze, l’informazione, di affondare le economie; di manipolare i tassi di interesse e così via. Forse a qualcuno potrà sembrare strano, eppure com’è noto solo in Italia gli iscritti ad associazioni massoniche sono oltre 50.000.

urlI titolari di scuola dell’obbligo rappresentano solo il 5%, mentre i laureati sono oltre il 70% e si tratta proprio di quei laureati inseriti nei posti chiave del potere. Vi imbarazzerebbe sapere che forse il vostro medico, il vostro notaio o quei politici economisti, giornalisti così apparentemente laicisti, seri e “rispettabili” che vedete in TV, si riuniscono in loggia per commemorare, l’assassinio, la sepoltura e l’esumazione di un certo Hiram? Leggendo il catechismo e il rituale del III grado, si impara che i Maestri commemorano, Hiram, descritto come il costruttore del Tempio di Gerusalemme, sotto il regno di Salomone e, come afferma il rituale, padre di tutti i massoni nel mondo, passati presenti e futuri. Questa cerimonia burlesca ha luogo in un locale speciale chiamato “Camera di Mezzo” dove i Maestri massoni entrano ad uno ad uno con le teste coperte. Non solo in questa Camera viene data lettura dell’assassinio di Hiram e della scoperta del suo corpo, ma, tra loro, i massoni drammatizzano la scena dell’assassinio e della ricerca del corpo, a luce di candela, coperta con enormi schermi che lasciano filtrare la luce solo da due fori in alto e in basso. Un Maestro massone fa la parte di Hiram, altri quello degli assassini; poi viene rappresentata la scena dell’assassinio. In seguito, Hiram, fingendosi morto, giace in una bara, posta al centro della sala, che viene coperta da un lenzuolo funebre sul quale sono posti grandi rami di acacia artificiale. Il Maestro, con grande serietà, rivela ai suoi fratelli che Salomone è turbato dalla scomparsa di Hiram e ordina la sua ricerca. D’improvviso, tutti iniziano la ricerca, muovendosi ovunque e in tutte le direzioni, senza riuscire a trovare il corpo. Segue una seconda ed una terza ricerca, al termine della quale viene loro permesso di trovare non il corpo ma i rami di acacia. Tutti, allora, si riuniscono in cerchio attorno a questi rami. Essi rimuovono i rami e scoprono il finto Hiram morto.

urlEssi afferrano la sua mano, ne prendono un dito, lo scuotono e fingono che il dito si stacchi, esclamando con orrore: “Macbenac” (la carne ha lasciato l’osso). Dopo questo, lo pseudo Hiram si alza e immediatamente riappare col dito ancora intatto nella mano…Queste cerimonie, innanzitutto, sono usate come un ostacolo all’ingresso in Loggia di quelle persone che non sono sufficientemente docili o che potrebbero essere in seguito pericolose. Ma la vera ragione di queste cerimonie è quella di essere utilizzate per la formazione e preparazione degli iniziati per l’accettazione delle SUGGESTIONI del potere occulto che dirige la Massoneria! 2 Mentre l’èlite inebetisce i popoli con i discorsi sulla laicità e della tolleranza è molto interessante notare come loro si riuniscano a porte chiuse per celebrare queste pagliacciate, quando addirittura veri e propri SACRIFICI UMANI, come accade nelle logge di FRANGIA, che alcuni chiamano DEVIATE.. (per ignoranza o malafede)
Eppure i coloro che muovono i fili della terra e influenzano costantemente l’opinione pubblica imponendo da un lato la laicità di stato, ma dall’altro lato la loro teologia e simbologia occulta appare nei posti più disparati: negli edifici del potere; negli eventi pubblici; nel mondo dello showbiz… ! Ma un pubblico privo degli occhiali di John Nada non riesce a percepire i riferimenti occulti. Ad esempio, nei mass media di proprietà delle multinazionali, che hanno stretti legami con le Società Segrete, la figura del Baphomet appare un po’ ovunque. Questo oscuro personaggio, dalla testa di capro e il corpo androgino rappresenta i Poteri dell’Oscurità, combinati con la fertilità generativa del capro. Nella sua “pura”

MADONNA BAPHOMETforma il Pentacolo, esso mostra la figura di un uomo, racchiuso nelle cinque punte della Stella – tre punte in alto, due punte in basso – simboleggiante la natura spirituale dell’uomo. Anche nel satanismo è usato il Pentacolo, ma poiché il satanismo rappresenta gli istinti carnali dell’uomo, o l’opposto della natura spirituale, il Pentacolo è capovolto per adattare perfettamente la testa del capro – le sue corna rappresentano la dualità, spinta oltre nella sfida, gli altri tre punti capovolti, rappresentano la negazione della Trinità. Le lettere ebraiche intorno al Cerchio del simbolo derivano dai magici insegnamenti della Kabbalah, e si riferiscono al Leviatano, il serpente degli abissi acquatici, e l’identificazione con Satana. Questi simboli corrispondono alle cinque punte della Stella rovesciata». 3 Il Baphomet lo vediamo nei spesso negli spettacoli, nelle copertine di CD, nelle riviste di moda.. ma non solo! Davanti Montecitorio è raffigurata un’enorme Menorah, (visibile dall’alto) il famoso candelabro ebraico, un simbolo giudaico molto caro alla massoneria. Come troviamo la Fenice trionfante fare il suo ingresso nelle principali manifestazioni televisive, sportive ecc, o come le strade intorno al U.S Capitol di Washington a forma di gufo, in onore al dio pagano Moloch.

5° IL CULTO A MOLOCH IL “DIO” GUFO

Moloch/Baal era il nome del dio supremo venerato nell’antica Canaan e nella Fenicia. La pratica del culto di Baal si infiltrò nella vita religiosa ebraica durante il tempo dei Giudici (Giudici 3: 7), si diffuse in Israele durante il regno di Acab (1 Re 16: 31-33), e colpì anche Giuda (2 Cronache 28: 1 -2). Chiamato anche Molek, o Milcom, Moloch viene associato al culto di Baal. Il culto era radicato nella sensualità; le cerimonie in suo onore prevedevano la prostituzione rituale nei templi e il sacrificio umano, già nei primi anni della nascita del Regno di Israele. Con il tempo, il fattore del sacrificio umano causò una sorta di sincretismo con la divinità Moloch, entrambe vennero poi identificate allo stesso modo con Kronos, padre di Zeus e divoratore dei suoi figli. Kronos in seguito divenne Saturno presso i romani. L’orrido culto a Moloch-Baal-Saturno prevedeva che gli venissero sacrificati i figli primogeniti, che venivano sgozzati e poi bruciati in olocausto (la Bibbia dice passati nel fuoco). E’ PROPRIO A CAUSA DI QUESTE CONTINUE PROSTITUZIONI SPIRITUALI CHE GLI ISRAELITI VENIVANO SPESSO PUNITI SEVERAMENTE DALL’UNICO E VERO DIO COME LEGGIAMO IN MOLTI LIBRI DELL’ANTICO TESTAMENTO. Nel libro del Levitico si comanda di mettere a morte coloro che gli offrono i propri figli in sacrificio

«Non lascerai passare alcuno dei tuoi figli a Moloch e non profanerai il nome del tuo Dio. Io sono il Signore» (Levitico 18,21).

E ancora

«Chiunque tra gli israeliti o tra i forestieri che soggiornano in Israele darà qualcuno dei suoi figli a Moloch dovrà essere messo a morte» (Levitico 20,2).

E’ proprio a Moloch che re Salomone, in una transitoria fase politeistica rese culto. (II Re 23,10). Nel “Paradiso Perduto” John Milton, afferma che fu Moloch a spingere Salomone alla costruzione del “ tempio di fronte al Tempio di Dio”.
Non c’è da stupirsi se i massoni a tutt’oggi siano così eccitati nel completamento della “Grande Opera”, la ricostruzione del Tempio di Salomone, o meglio, il ritorno al paganesimo e al culto dei demoni, spacciato per anni come prospettiva di SOCIETA’ LAICA in contrapposizione della società che per millenni è stata -secondo loro- la crudele civiltà cristiana!

6° CHI VENERANO I POTENTI DELLA TERRA?

baal

A questo punto sembra patetica la battaglia della massoneria per la rimozione del Crocifisso dai luoghi pubblici in Italia, in nome della LAICITA’! Quando sono state approvate le unioni civili in Italia, Renzi ha affermato con la solita spavalderia dei servi fessi e contenti: «Ho giurato sulla Costituzione, non sulla Bibbia». Non si chinano davanti al Crocifisso, né possono ascoltare le Parola della Bibbia.

Eppure al G7 del 2016 in Giappone, il primo ministro giapponese Abe, padrone di casa, ha scelto quale sede dei lavori la penisola di Ise-Shima, luogo santo della religione Shinto, ottenendo che i leader degli altri sei membri del G7, nonché anche Renzi, Merkel e le più alte autorità dell’Unione Europea, partecipassero a una liturgia inaugurale  che ha avuto luogo nel tempio dedicato alla dea del sole Amaterasu Omikami. Il tempio è uno dei maggiori luoghi di culto dello Shinto, religione ufficiale del Giappone di cui l’imperatore è sommo pontefice. Secondo lo Shinto, una religione per molti aspetti simile all’antico paganesimo del nostro mondo antico, in ogni realtà visibile, sia essa una roccia o un albero o qualsiasi altra cosa, vive uno spirito, un dio minore. In tale quadro piantare un albero come atto di adorazione della dea Amaterasu Omikami nel perimetro di un tempio, come hanno docilmente fatto i leader del G7 e dell’Unione Europea, ha un senso molto più forte e specifico di quello che avrebbe nel mondo di tradizione cristiana. Si tratta infatti di un atto di culto, e non di un semplice gesto augurale. Gesti che i veri cristiani nel corso dei secoli si rifiutarono di compiere scegliendo in alternativa il martirio. Diciamo, sia pure analogamente, che è come se, in apertura di una sessione del G7 a Roma, Matteo Renzi avesse invitato i suoi colleghi a recarsi in pellegrinaggio nella basilica di san Pietro, a genuflettersi davanti al sacello che ne custodisce le reliquie e a fare un segno di croce con la mano destra aspersa di acqua santa. Non si fatica a immaginare quale giustificato disagio molti avrebbero avvertito di fronte a una tale iniziativa e a quali commenti avrebbe dato spunto.  4

7° INAUGURAZIONE SATANICA DEL TUNNEL DI SAN GOTTARDO

Il 2016 è stato un anno di outing ed esplicite manifestazioni dei leader burattini dell’èlite occulta verso la fede dei loro superiori. Un caso che ha suscitato scalpore e scandalo non solo da parte cristiana è stata l’inaugurazione del tunnel tra le montagne del Gottardo che collegherà la Svizzera all’Italia alla velocità di 200 KM. Il luogo è conosciuto dalla gente del posto come “il ponte del diavolo” . Secondo l’antica leggenda la costruzione di un ponte in quel luogo era molto difficoltosa, tanto che uno svizzero disperato avrebbe venduto l’anima al diavolo pur di realizzarlo. Con questa promessa, il demonio apparve e diede il suo sostegno per la costruzione del ponte, ma in seguito fece arrivare una grande tempesta, distruggendo il ponte di due parti. La gente aveva paura di attraversare il ponte, pensando che il diavolo potesse far cadere le pietre. Ancora interessante notare come questo luogo, denominato San Gottardo, è parte di una rete segreta militare che risiede nelle grotte e nelle gallerie all’interno della montagna. 5

La cerimonia, ricca di simbolismo è stata un vero e proprio inchino al regno del Nuovo Ordine Mondiale satanico, con il saluto finale al serpente, finalmente pronto per essere adorato dall’umanità intera.  Riti propiziatori, rituali di fertilità, magia sessuale simulazioni di orge, marce di druidi, risate demoniache in sottofondo. Immagini scioccanti e disgustose, alla quale hanno assistito ovviamente Renzi, Merkel, Hollande e i soliti europeisti “laici”. Descriviamo alcuni passaggi della cerimonia.
Il rituale inizia con la marcia di uomini e donne vestiti di arancione (che richiama l’outfit dei condannati di Guantanamo) dirigersi come zombie verso la “Rivelazione”, che poi si scatenano in maniera inconsulta simulando ritualità deliranti e sfrenate, facendo spazio a ritualità pagane con simulazioni di tipo orgiastico.

ZOMBIE DANZA ORGIASTICA
Le rappresentazioni delle tradizioni occulte secolari e i loro “ministri” terreni sfilano davanti al loro re lucifero, con tutti i segni magici degli antichi rituali misterici. Il caprone che rappresenta il dio Pan la divinità cornuta coinvolta nella stregoneria, perversione sessuale, stupri e pedofilia, festeggia con un ballo propiziatorio, mentre i sacerdoti della morte vestiti di nero con in mano alberi senza foglie vanno verso il portale tenebroso, man mano che si accendono le torce di lucifero sullo sfondo.
SAN GOTTARDO 3La scenografia a questo punto si sposta all’aperto davanti ad un mega maxi-schermo raffigurante una montagna. Un uomo tenta di scalare il potere e il regno di Eloah (la montagna di Sion, la roccia del Messia) con la propria forza, ma ogni tentativo fallisce. L’uomo cade, ma si rialza sempre aiutato dalla “fratellanza” massonica e della sua conoscenza occulta che spinge l’umanità verso l’alto. Ma finalmente grazie all’uso del Pentalfa (o stella a 5 punte) e il portale del tunnel, che porterà alla rivelazione si apre. L’apertura ispira l’umanità a spogliarsi delle vecchie tradizioni e creare una nuova un’umanità che rinasce in una lussuriosa e frenetica danza rituale di evocazione della divinità, affinchè dia successo all’impresa.

DANZA RITUALE
A questo punto sul maxi-schermo vengono raffigurati dei sacrificio umani attraverso il portale aperto al centro della terra, la mano di lucifero afferra alcuni operai e li divora.

SACRIFICIO UMANO

Ora che il sacrificio umano è stato offerto, le divinità possono rivelarsi all’umanità. Ecco gli spiriti del sacrificio davanti all’occhio che tutto vede. Il sacrificio porta satana sulla terra sotto forma di caprone, ossia la “divinità” cornuta Pan della mitologia greca, una divinità metà uomo e con la testa di caprone.
Untitled-1

Sul maxi-schermo viene proiettato il viso mefistofelico del diavolo con tre scarabei, che rappresentano la RINASCITA DEI RITI SACRIFICALI mentre le trombe in sottofondo danno il benvenuto a satana sulla terra.

13307497_10206310285576405_1390951731022557874_nScene raccapriccianti, e urla estatiche e isteriche accompagnano la scena della sodomizzazione della donna con le ali che rappresenta lo spirito “femminino” di Jezebel da parte del caprone-satana mentre viene adorato dalle anime dannate e dagli spiriti immondi.

SATANA SAN GOTTARDO
Adesso mentre due donne vestite di nero che rappresentano le sacerdotesse di Baal cantano un antico canto satanico germanico in italiano, alcuni personaggi sullo sfondo, con in mano rami secchi senza foglie e senza frutti (culto della morte) vanno a rendere il culto alla “radice” nascosta sotto terra. Il disco solare sullo sfondo rappresenta Amon-Ra il “dio nascosto” CHE SI RIVELA ALL’ALBA DI UNA NUOVA ERA e tutta l’umanità si inginocchierà e l’adorerà.
Picture 7Ecco le genuflessioni davanti ad un enorme orologio proiettato sullo schermo, orologio che rappresenta il tempo, Kronos/ Saturno, ossia satana che a questo punto esce dal tunnel-portale tra i salti di gioia dei suoi adepti che saltano di gioia, il regno della dissolutezza ha ora pieno potere sul mondo.cronos
Ed ecco la scena finale. Il treno proiettato sullo schermo, che rappresenta l‘antico serpente che secondo satanisti ed esoteristi avrebbe regalato la conoscenza al genere umano, si leva in alto e ascende al Cielo, per sedere al posto di Dio tra gli applausi e la gioia dei suoi devoti.ascesa al cielo
La cerimonia culmina con la celebrazione della morte di Cristo dove alcuni personaggi alzano un agnello morto che rappresenta il Salvatore. Pratiche del genere sono molto comuni nel mondo dell’occulto in cui la Crocifissione rappresenterebbe il fallimento della missione salvifica di Gesù. agnelloTale rituale richiama immediatamente e inevitabilmente alle parole profetiche dell’Apocalisse:

«Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli». (Apocalisse 17,14)
Allora i re della terra e i grandi, i capitani, i ricchi e i potenti, e infine ogni uomo, schiavo o libero, si nascosero tutti nelle caverne e fra le rupi dei monti; e dicevano ai monti e alle rupi: Cadete sopra di noi e nascondeteci dalla faccia di Colui che siede sul trono e dall’ira dell’Agnello, perché è venuto il gran giorno della loro ira, e chi vi può resistere»? (Apocalisse 6,15)

Eh sì, chi resisterà? Non riesco a credere a ciò che ho visto, la celebrazione di un culto satanico che celebra l’imminente instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale alla luce del sole, alla quale hanno anche assistito i leaders politici che si battono per la “società laica”! Nonostante tutto qualcuno ancora si ostina a chiamare l’evidenza “complottismo”. Essi vivono noi dormiamo era il titolo del film di Carpenter, ma si può ancora dormire quando la realtà ci viene sventolata in faccia preoccupandoci più dei goal segnati dalla nazionale italiana che dal sistema occulto che ha svuotato il mondo intero della dignità, oltre che della ragione e della retta fede? Un sistema di cui ancora oggi l’evidenza si vuol negare mentre gli èlitaristi proseguono dritto per la loro strada, ormai senza alcun katèchon.

« E ciò che dico a voi lo dico a tutti: VEGLIATE!» (Marco 13,37)

Floriana Castro Agnello Antimassoneria Copyright © 2016

Se volete vedere il video della cerimonia inaugurale lo trovate in basso al link 6.
NOTE
1 Sintesi del film “Essi vivono noi dormiamo” di John Carpenter https://www.youtube.com/watch?v=gMlDx6Jk_Ws
2 Copin Albancelli, “Le Drame Maconnique: Le Pouvior Occulte Contre La France”, pp. 165-182.
3 Cfr. A. S. LaVey, The Satanic Bible («La bibbia satanica»), Avon Book 1969
4 I big della terra proni al culto pagano shintoista
http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-i-big-della-terraproni-al-cultopagano-shintoista-16305.htm#.V2VVh7vhHEV
5 La leggenda del Gottardo https://www.youtube.com/watch?v=WdIx0RQM484
6 Cerimonia satanica di apertura del tunnel del Gottardo https://www.youtube.com/watch?v=iqltRuQbs1k

ARTICOLI CORRELATI

Governo Globale, dittatura militare: Il Nuovo ordine che verrà ma non durerà

Politica, sesso, magia: così i figli delle tenebre assoggettano il mondo

Controllo mentale e programmazione Monarch: il lato oscuro delle stelle

Nella rete degli illuminati: i poteri forti dietro la strage di innocenti

Precedente Un assalto lungo cent'anni- 5° Cap- L'uomo che sta portando la Chiesa ad uno Scisma Successivo Cronache della democrazia europea: l'Unione che uccide