L’UNESCO proclama lo Yoga patrimonio dell’umanità. Perchè questi signori amano le pratiche orientali e odiano il Cristianesimo

1- Lo Yoga patrimonio dell’umanità, proclamato dall’UNESCO, ossia dalla Massoneria.
2- Conoscere lo scopo dello Yoga
3- Come è arrivata la “spiritualità orientale’ in Occidente. Breve storia di una ciarlatana Helena Blavatsky
4- La luce di Lucifero. I maesti tibetani in “contatto telepatico” inviano i loro apostoli
5- Le Nazioni Unite: un’organizzazione di Goym al servizio del Novus Ordo
6- Una famiglia di occultisti con un importante compito
7- Il transumanesimo, gli alieni e il rifiuto di Dio.

-A cura di Floriana Castro Agnello-

1- LO YOGA PATRIMONIO DELL’UMANITA’ PROCLAMATO DALL’UNESCO, OSSIA, DALLA MASSONERIA

YOGA HUXLEY BLAVATSKYLo Yoga è stato ufficialmente aggiunto alla lista dei Patrimoni orali ed immateriali dell’umanità grazie ad una decisione presa all’unanimità dai 24 membri di uno specifico Comitato intergovernativo dell’Unesco riunito per la sua 11/a sessione ad Addis Abeba, in Etiopia, dal 28 novembre al 2 dicembre 2016.  In un comunicato diffuso a New Delhi il ministero della Cultura indiano si rallegra per la decisione e ricorda che l’Onu aveva già fissato nel 2014 il 21 giugno di ogni anno come la Giornata internazionale dello yoga. Sono così diventati 13 i Patrimoni orali e intangibili dell’umanità indiani,(quelli che l’UNESCO considera tali, almeno…)  fra cui i più recenti sono la Danza Chhau (2010) che propone pagine antiche del Mahabharata e del Ramayana, i canti buddisti del Laddakh (2012), il Sankirtana, canto rituale, suono dei tamburi e danza di Manipur (2013), l’artigianato in rame dei Thathera del Punjab (2014) e il Ramlila, la tradizionale performance del Ramayana (2008). (1)
Non sorprendetevi se tra i patrimoni dell’UNESCO l’agenzia specializzata dell’ONU che dichiara lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni con l’istruzione, la scienza, la cultura- non verrà mai inserita nessuna pratica di origine cristiana. Da anni diffondiamo la frase del primo direttore dell’UNESCO, Julian Huxley  (22 giugno 1887 – 14 febbraio 1975) che così si esprimeva sulla Chiesa Cattolica:

“Quanto alla Chiesa cattolica, essa dovrà essere gradualmente purgata dalle sue dottrine intransigenti e particolari e non conserverà che le espressioni basilari della religione condivisibili con una vasta fraternità religiosa e culturale che dovrà includere tutti i culti e tutte le civiltà”.

Non ci sorprende quindi affatto che l’UNESCO che da un lato afferma di voler portare all’unificazione massonica di tutte le religioni, dall’altro includa coma patrimonio dell’umanità una pratica stregonesca (come vedremo) come quella dello Yoga presentata e offerta ai popoli occidentali come un’innocua ginnastica capace di allungare i muscoli più dello stretching e di armonizzare lo spirito più della preghiera. Non sentirete mai menzionare il SS Sacramento presente su tutti gli altari del mondo anche se a ben vedere Esso è l’unico e vero Patrimonio che Dio ha voluto regalare immeritatamente all’umanità ingrata, dato che lo scopo della massoneria che dirige l’ONU è quello di desacralizzare il culto cristiano e seppellire la civiltà che il Cristianesimo ha fondato.

2- CONOSCERE LO SCOPO DELLO YOGA

YOGAMa cos’è lo Yoga? Davvero si tratta di un’innocua ginnastica? Nei programmi televisivi si vedono eminenti medici consigliare lo Yoga come cura per diverse malattie, in particolare quelle cardiovascolari. In realtà una anche una breve indagine su questa pratica orientale chiarisce bene i suoi presupposti, al chè non c’è da soprendersi di tanto entusiasmo da parte dei massoni nel voler continuare a diffonderla dichiarandola addirittura Patrimonio dell’Umanità. Lo Yoga è in realtà una forma di contatto con le potenze occulte.

La pratica Yoga consiste quindi in una specie di processo di divinizzazione di chi la segue”. Infatti, l’ascesi dello Yoga dovrebbe permettere l’unione dell'”Atman” con il “Brahman”, cioè dell’individuo con l’essenza divina. Questo ci ricorda le parole di Satana nell’Eden: “I vostri occhi si apriranno e sarete come Dio.”” (Gn 3,). Lo Yoga e’ in buona sostanza una forma di meditazione si prefigge lo scopo di rendere l’individuo capace di interagire con delle forze esterne “cosmiche”. Per questo non si tratta solo di una ginnastica dell’anima, ma ha delle implicazioni e dei fondamenti religiosi molto evidenti. Ammette infatti l’esistenza di un’anima primordiale anteriore alla materia e sostiene che dall’unione della prima con la seconda nasca lo spirito della vita.  Il dizionario Devoto-Oli afferma che lo Yoga è un complesso di tecniche ascetiche indiane, comuni sia a varie forme di Induismo, sia al Buddismo. Nello Yoga indiano c’è la concezione che ogni anima, nella sua natura e sostanza, è unita nel suo profondo alla divinità. Qui sta la tentazione segreta dello Yoga: esso insegna che l’uomo è Dio.¨Nello Yoga l’uomo non è l’immagine di Dio danneggiata dal peccato originale, ma è Dio stesso. (2)  

cacciatabigLa parola “Yoga” letteralmente significa “giogo, attacco per gli animali da tiro”.¨ Questo giogo (yoga) dovrebbe permettere l’unione con il divino, e la liberazione dalla sofferenza. La sofferenza quindi non viene più vista come un sacrificio di espiazione alla maniera cristiana sull’esempio delle sofferenze di Cristo, né come un momento di prova per porsi delle domande e magari rimediare a degli errori commessi, ma come un deleterio fardello della quale occorre liberarsi. Lo Yoga, infatti,  promette a coloro che si avvicinano a questa pratica, la liberazione dall’ambiente che lo circonda e che lo stressa, raggiungendo una sorta di pace interiore, anche se in India gli uomini hanno riconosciuto spesso che lo Yoga non dà loro quello che desiderano nel momento della disperazione. Il fatto che questa dottrina in occidente metta radici, ci dice che proprio l’occidente si trova nell’allontanamento della fede e nella ribellione contro Cristo, quindi questa è una manifestazione del suo carattere anticristiano. Vi sono diverse pratiche Yoga come il Karma Yoga, il Bhakti Yoga o il Raja Yoga, ma quando si parla di Yoga in Occidente in generale si fa riferimento allo Hatha Yoga, che è una forma di Yoga basata sull’associazione di esercizi fisici (asana) e di esercizi respiratori (Pranayama). Questa tecnica promette di stimolare l’attività dei cosiddetti centri di energia psichica (chakra) per far emergere la Kundalini. Il Kundalini sarebbe un serpente femmina od una dea coricata, che dorme alla base della colonna vertebrale. Quando viene risvegliata per mezzo dello Yoga, s’innalza lungo la colonna vertebrale, aprendo i chakra e conduce all’unione con Brahman. Tradizionalmente essa è anche conosciuta con il nome di Durga la creatrice, Chandi la feroce ed assetata di sangue e Kalì la distruttrice. È anche Bhajangi il serpente. Come Chandi e Kalì, ha una ghirlanda di crani intorno al collo e beve il sangue umano.

Bisogna sottolineare che gli stati di Kundalini, gli stati medianici e gli stati di possessione hanno delle caratteristiche in comune, tra cui diverse manifestazioni occulte, fino ad essere succubi di entità demoniache.

Altre scuole preferiscono tecniche meditative, per esempio il Mantra-Yoga, che lavora con la ripetizione dei mantra, ad alta e bassa voce o nel silenzio. Questi mantra sono nomi di divinità inferiori indù (demoni) o formule magiche che spesso non hanno un significato linguistico o grammaticale, come per esempio il conosciuto mantra “OM”. Essi dovrebbero esprimere immediatamente forze primitive divine o cosmiche, per esempio gli dèi Vishnu, Shiva o l’anima cosmica Brahman. Mediante la ripetizione incessante di tali formule, gli indù pensano di identificarsi con le potenze rappresentate in queste formule medesime. L’uomo perciò non si presenta umile davanti al suo Creatore, ma tenta attraverso i mantra di realizzare una sua latente identità divina, che in ultima analisi è pagana.  Secondo lo Yoga la via da seguire per trovare il Dio in sé, è lo svuotarsi interamente di se stessi, con l’aiuto di esercizi fisici per aprirsi alle potenze cosmiche che agiscono nell’universo. Mediante questo, l’uomo si potrà unire alla fonte dell’energia presente in tutto l’universo, per esempio nell’aria, nell’acqua e nell’alimentazione. Così l’uomo diventerà Dio, cioè si eleverà allo stato originario, senza macchia, innocente, per diventare un superuomo. Con questo l’uomo riuscirebbe a raggiungere la meta desiderata: la felicità, la piena armonia, il supremo stato della coscienza che conduce all’essere divino. Nella sua essenza lo Yoga è dunque una forma di auto redenzione.Questa liberazione tanto ricercata ha un doppio significato: non è intesa soltanto per l’esistenza presente dell’uomo che pratica lo Yoga, ma soprattutto per il ciclo delle reincarnazioni. Secondo l’antica concezione induista a dipendenza del suo “Karma“, l’anima impura dell’uomo deve rientrare sempre in un seno materno e nascere di nuovo. Nel discorso della montagna più comunemente noto come “le Beatitudini”, Cristo chiama “Beati” coloro che in questa terra si trovano nella sofferenza; i beati che un giorno parteciperanno alla sua Gloria nel Regno dei cieli per poi riprendere il proprio corpo nel giorno della Risurrezione dei morti. Secondo il Karma coloro che si trovano nella sofferenza e nella tribolazione sarebbero invece impuri che devono reincarnarsi, soltanto quando si riesce per propria forza a purificarsi, raggiunge la redenzione e con questa la liberazione da nuove reincarnazioni.. Solo da questi due punti dovrebbe essere chiaro che non esiste nessuna compatibilità tra risurrezione e reincarnazione e tra beatitudini e karma. Non per niente i cristiani indiani, al contrario dei loro fratelli occidentali si rifiutano categoricamente di combinare lo Yoga al Cristianesimo, anche se occorre ricordare che nelle scuole occidentali di Yoga raramente si parla della liberazione dell’anima dal ciclo delle reincarnazioni, ma piuttosto nella ossessiva ricerca di successo nel mondo. Vediamo dunque come è stata diffusa questa diabolica pratica nell’occidente cristiano.

3- COME E’ ARRIVATA LA “SPIRITUALITA’ORIENTALE” IN OCCIDENTE: BREVE STORIA DI UNA CIARLATANA, HELENA BLAVATSKY

BLAVATSKYUna delle principali protagoniste della rivoluzione spirituale che ha spalancato le porte ai falsi culti orientali in tutti i territori di religione cristiana fu la celeberrima occultista russa trapiantata negli Stati Uniti Helena Petrovna Blavatsky, le cui assurde teorie sfociarono nei mali partoriti dal nazionalsocialismo.

Le teorie di Charles Darwin (1809-1882) causarono molto scalpore quando vennero pubblicate. Alcune persero la loro fede in Dio. Altre giunsero fino al punto di commettere suicidio. La Blavatsky cercò di sfruttare a suo favore questa teoria tentando di gettare un ponte tra occultismo ed evoluzionismo. Essa costruì una storia che combinava i vari stati evolutivi dell’uomo con le religioni orientali, lo spiritismo, e l’anticristianesimo. Ricca di uno sproporzionato orgoglio luciferino la Blavatsky, ispiratrice del movimento New Age e fondatrice della Società Teosofica (17 Novembre 1875) insieme a  Henry Steel Olcott appassionato di spiritismo  che divenne il suo cosiddetto “gemello teosofico” e  William Quan Judge. Le opere intrise di elogi sperticati al diavolo della Blavatski, tra cui  Isis Unveiled («Iside svelata»; 1877), The Secret Doctrine («La dottrina segreta»; 1888), The Stanzas of Dzyan («Le stanze di Dyzan») sono tutt’ora lette e apprezzate dal mondo “laico” che applaude alle sue massime e citazioni in cui la spiritista russa sostiene che lucifero fosse l’angelo della luce la stella del mattino. Da un punto di vista mistico e astrologico, la stella del mattino è Venere che, negli insegnamenti delle varie scuole occulte, rappresenta simbolicamente Lucifero. E nei culti solari, la stella del mattino viene frequentemente identificata con il Sole, o «figlio» del mattino, e «figlio di dio». Secondo la teologia esoterica della Blavatsky, «Lucifero è luce divina e terrestre, allo stesso tempo lo “Spirito Santo” e “Satana”». che asseriva che quando il prete bestemmia satana in realtà bestemmia Dio. Nella sua opera The Secret Doctrine ella è ancora più precisa: «E ora è stato provato che Satana, o il Dragone Rosso Infuocato, il “Dio del Fosforo” e Lucifero, o “Portatore di Luce” è in noi: è la nostra Mente, il nostro tentatore e Redentore, il nostro liberatore intelligente e Salvatore dall’animalismo più puro» . (3) I suoi scritti erano violentemente anticristiani. Essa riteneva che Gesù fosse un fallito, e sembrava assai disturbata – se non ingelosita – dalle raffigurazioni cattoliche della Vergine Maria. Madame Blavatsky era solita malignare sui molti cambi di guardaroba che la Madonna sembrava possedere, esattamente come fanno certe donne invidiose. Sempre nella sua opera “The Secret Doctrine” , la Blavatsky insegna che Lucifero era «più elevato e più vecchio di Yahwèh, e doveva essere sacrificato al nuovo dogma» della Chiesa. Inoltre, essa scrisse che Satana, sotto diversi nomi divini, è realmente un’allegoria del «Bene, del Sacrificio, un Dio della Saggezza». La Blavatsky credeva che Satana fosse l’unico dio della Terra, «una cosa sola con il Logos», e la «riflessione cosmica di Dio». Ma questa strega e truffatrice elevata al grado di filosofa e teosofa dalla società contemporanea in realtà non fu superiore a qualsiasi Wanna Marchi di turno.
Nelle sue “opere” la Blavatsky proclama di essere entrata in contatto telepatico con i misteriosi Maestri ascendenti del Tibet. Ma la quasi totalità del materiale usato per i suoi libri è semplicemente stato plagiato da altre opere. La Blavatsky iniziò la sa carriera di occultista come assistente dal medium scozzese Daniel Dunglas Home (1833-1886), ed è esercitando questo ruolo che imparò i trucchi del mestiere dello spiritismo. Madame Blavatsky non era abile come il suo maestro, e per molte volte durante la sua carriera venne accusata di frode e di contraffazione. url-1Essa aprì uno studio come medium al Cairo, in Egitto, ma venne incolpata di truffa quando qualcuno trovò un lungo guanto bianco imbottito di cotone nella stanza delle sedute prima che una seduta iniziasse. Dopo questo fatto, ella abbandonò l’Egitto e si recò in America. In più di un’occasione i poteri psichici della Blavatsky si dimostrarono fasulli. Una delle rivelazioni riguardava le lettere di Koot Hoomi (uno dei Maestri di saggezza tibetani con cui la Blavatsky diceva di essere in contatto telepatico). Tali missive sembravano apparire magicamente dal nulla, quando in realtà provenivano da una stanza al piano superiore attraverso alcune fessure praticate nel soffitto!  Inoltre, Emma Coulomb (un’ex seguace disillusa della Blavatsky) rivelò che nella casa della Blavatsky c’erano dei passaggi segreti e delle porte nascoste che le servivano per truffare le persone con le sue presunte abilità psichiche. (4)
Nonostante questo, questa ciarlatana si auto-nominò Sacerdotessa di Iside, e combinò spiritismo, Kabbalah, occultismo occidentale, induismo e buddismo insieme ad un pizzico di evoluzionismo darwinista, per dare alla sua creazione una parvenza «scientifica» ed è soprattutto a lei che si deve l’invasione delle pratiche orientali in Occidente. Il programma della Società Teosofica ispirato alle dottrine orientali dell’induismo e del buddismo, era riassunto nei seguenti tre scopi:
-Formare un nucleo di fratellanza universale dell’Umanità, senza distinzione di razza, credo, sesso, casta o colore,
-Incoraggiare lo studio comparato di religioni, filosofie e scienze,
-Investigare le leggi inesplicabili della natura e dei poteri latenti nell’uomo.

Nel 1878, poco dopo esser stata naturalizzata cittadina americana, la Blavatsky, assieme ad Olcott (che vi si recava per una missione commerciale), partì per l’India, dove i due posero la sede centrale della loro Società dapprima a Bombay, poi, dal maggio 1882, ad Adyar, vicino a Madras, dove tuttora opera il quartiere generale mondiale del movimento. Nel frattempo  essi si erano ufficialmente convertiti al buddismo a Ceylon e si erano lasciati andare a dichiarazioni, riprese con scalpore dalla stampa occidentale, sulla superiorità delle religioni indiane sul Cristianesimo. Sebbene sia stato provato che Madame Blavatsky fosse una truffatrice e che lei stessa al termine della sua vita lo abbia ammesso, la Società Teosofica continua ad esistere. (5)
La linea della Blavatsky verrà seguita da numerosi esoteristi che cercheranno di infiltrare il Cristianesimo con riti e pratiche gnostiche e/o orientali che continueranno la sua opera come  René Guenon e Antonio Fogazzaro, capo dei modernisti e autore del libro “Il Santo” in cui si parla chiaramente di spiritismo rifacendosi alla Blavatsky, perché voleva un cristianesimo esoterico e gnostico.
Gli “insegnamenti” della Blavatsky influenzarono anche molto gruppi rosicruciani, come la Golden Dawn, Astara (la chiesa psichica e scuola per corrispondenza sull’occulto fondata nel 1951 dagli ex spiritisti californiani Robert ed Earlyne Chaney), e la Church Universal and Triumphant (una sètta acquariana fondata da Elizabeth Clare Prophet). La Rosicrucian Fellowship utilizza gli insegnamenti della Blavatsky per i suoi corsi per corrispondenza di filosofia occidentale. Aleister Crowley (1875-1947), il famoso mago nero, affermava di averla incontrata di persona, e i libri di Madame Blavatsky sono tuttora tra le letture preferite degli adepti delle organizzazioni occulte da lui fondate. Probabilmente, la Blavatsky fu la prima a introdurre la reincarnazione nello spiritismo. Fino a quel momento, gli spiritisti credevano nell’esistenza di un paradiso eterno, detto Summerland («La terra dell’estate»). Madame Blavatsky introdusse anche l’evoluzione all’interno dei cicli della reincarnazione affermando che le persone si reincarnavano solamente in altre persone, eliminando così le reincarnazioni tra animali e persone come nella versione insegnata dalle religioni orientali quali l’induismo e il buddismo.

urlIl compimento più triste e più impressionante delle sue dottrine si realizzò nell’impeto spirituale del regime nazista, salito al potere alcuni decenni dopo la sua morte. Anche se la Blavatsky nacque russa – un popolo che i nazisti consideravano inferiore da un punto di vista razziale –  dopo la sua morte, gli scritti di questa donna scatenarono un grande interesse per la nuova mitologia tedesca del superuomo ariano. Riallacciandosi ai suoi insegnamenti sugli ariani e sugli ebrei, molti occultisti tedeschi razzisti abbracciarono le idee della Blavatsky, dichiarandosi discendenti dei semidèi ariani. Il simbolo occulto preferito dalla Blatvatsky era la svastica, (la croce uncinata di origine orientale) che secondo lei era il simbolo della razza ariana, e il più potente di tutti i simboli esoterici. Come tutti sappiamo, questo simbolo venne poi adottato dai nazisti, lo stesso Heinrich Himmler (1900-1945) era un seguace devoto degli insegnamenti dell’occultista russa e tutta la filosofia nazista trasuda spiritualismo orientaleggiante. (vedi qui art. Il nazismo esoterico) Verso la fine della guerra, quando ormai tutto era perduto, Himmelr inviò addirittura una spedizione in Asia per tentare di trovare il (non-esistente) collegamento tra gli attuali tibetani e i giganti semidèi ariani. (6)

4- LA LUCE DI LUCIFERO. I MAESTRI TIBETANI IN “CONTATTO TELEPATICO” INVIANO I LORO APOSTOLI

url

Gli anni passano, e le idee della Blavatsky per la nuova società del domani liberata per sempre da quell’inutile fardello che si chiama Cristianesimo camminano attraverso le gambe dei suoi seguaci. Negli anni ’20 Alice Bailey, discepola dell’occultista Madame Helena Blavantsky e appartenente alla Societa Teosofica, fonda, assieme al marito Foster Bailey, massone di 33° grado, la casa editrice Lucifer Trust. Da buoni occultisti, decisero poi di cambiare il nome in un più innocente Lucis Trust, occultando un’evidente indiscrezione, poiché ovviamente la parola “Lucifer” «rivelava la vera natura del Movimento New Age  troppo esplicitamente».
Le prime pubblicazioni furono una ventina di libri, scritti dalla Bailey sotto dettatura telepatica (!!) di uno dei suoi «Maestri Ascesi», Djwhal Khul, monaco tibetano che le comunicava psichicamente i messaggi dalle montagne dell’Himalaya. Questi scritti furono la base ispiratrice del movimento New Age, termine coniato dalla Bailey che nel suo libro “Education for a New Age” suggerisce: «Una Cittadinanza Mondiale dovrebbe essere obiettivo degli illuminati, con una federazione mondiale ed un cervello mondiale», ossia un Nuovo Ordine Mondiale. Nello stesso libro parla di «Gerarchie Esterne» che, con un Piano ben congegnato, condurranno l’arrivo di un’«Era dell’Acquario» governata da Sanat Kumara, «Signore del Mondo». (nella foto una delle tante rappresentazioni della fantomatica “Era dell’Acquario”. L’Era in cui gli occultisti si illudono di poter superare definitivamente l’Era Cristiana)

url-2
La Lucis Trust Publishing figura tra le associazioni, fondazioni ed enti che, a livello internazionale, perseguono apparentemente nobili cause, e ha il privilegio di essere la casa editrice ufficiale delle Nazioni Unite presso le quali gestisce anche la strana ed esoterica “Meditation Room”. Sorprendera’ inoltre sapere che la ”Lucis Trust”   fa da molto tempo parte del Consiglio Economico e Sociale dell’ONU ed e’ regolarmente rappresentata alle riunioni informative della direzione generale della stessa Organizzazione delle Nazioni Unite. Come affermato nello stesso sito ufficiale di essa, la Lucis ha avuto una grande influenza sull’ONU, e un personaggio indubbiamente associato ad essa è il politico e filosofo belga Robert Muller, ex-Assistente del Segretario Generale delle Nazioni Unite e conosciuto per le sue idee riguardo alla necessità di instaurare un’unica religione e un unico governo mondiale. Essenzialmente le idee diffuse dalla Lucis si fondano su un forte sincretismo spirituale – occultista, con  venature massoniche (lo stesso Foster Bailey  era massone di 33º grado).

5- LE NAZIONI UNITE UN’ORGANIZZAZIONE DI GOYM AL SERVIZIO DEL NOVUS ORDO

ANNIE-BESANT-1Quindi spulciando le origini dell’ONU non possiamo trascurare la massonicità, dei suoi principi, ricalcando passo passo tutti i principi e le direttive talmudiche. Come ricordava Gianni Tibaldi in un articolo apparso sul 1° numero di Hiram (una delle riviste del Grande Oriente) del 2013.

“Innanzitutto occorre ricordare, come dato storico, che le Nazioni Unite sono state ideate e volute da tre Fratelli Massoni: Franklin Delano Roosevelt, Harry Truman e Winston Churchill che portarono i principî e gli ideali della Libera Muratoria nelle motivazioni, negli scopi e nella funzione dell’ONU. Le NU sono, dunque, una Organizzazione creata da Massoni per la realizzazione nel Mondo degli ideali massonici, per l’attuazione nella Storia di un Piano iniziatico della Salvezza. La Massoneria aveva, per altro, già avviato la costruzione di questo “Tempio” attraverso l’iniziativa di illustri Fratelli. […]”  (7)

Il 9 febbraio 1950 – Il Sottocomitato per le Relazioni con l’Estero del Senato presenta la Risoluzione nº 66 che afferma:

«Per poter realizzare la pace e la giustizia universale, il presente Statuto delle Nazioni Uniti dovrebbe essere mutato per offrire una vera Costituzione mondiale» (8)

Nel 1961 viene pubblicato il Documento nº 7277, dal Dipartimento di Stato USA, intitolato Freedom From War: The U.S. Program for General and Complete Disarmament in a Peaceful World («Libertà dalla guerra: il programma americano per il disarmo completo e generale in un mondo pacificato»), descrive un piano in tre fasi per disarmare tutte le nazioni e armare l’ONU in vista di una tappa finale in cui si afferma che «nessuno Stato dovrebbe avere il potere militare per sfidare la Forza di Pace progressivamente fortificata delle Nazioni Unite». Ecco perchè tutti gli sforzi dei governi sono volti per il disarmo dei popoli. E voi che pensate che questi bravi signori vogliono eliminare scene da far west e le sparatorie nelle scuole. Ma suvvia, con lo yoga e la meditazione orientale rilasserete i vostri nervi ed eviterete di arrabbiarvi inutilmente e perdere le staffe contro coloro che vi hanno derubato del futuro vostro e dei vostri figli.

6- UNA FAMIGLIA DI OCCULTISTI CON UN COMPITO IMPORTANTE

Ma torniamo all’origine dell’infiltrazione e diffusione in occidente delle pratiche e credenze orientali (quali yoga, karma e reicarnazione). Sarebbe meglio conoscere un po’ i loro soldati degli agentur per mezzo della quale è stata costituita questa sedicente organizzazione (ONU) volta a portare tolleranza e uguaglianza alla maniera talmudica. Non possiamo quindi ignorare la dinastia degli Huxley, una delle famiglie che più si è adoperata per la distruzione della civiltà greco-romana-cristiana in favore di quella attuale edonistica, materialista, iper-sessualizzata e ispirata da spritualità orientali, da dove nacquei Julian Huxley, primo direttore dell’UNESCO.
Il nonno di Julian Huxley fu Thomas Huxley, co-fondatore della Round Table e soprannominato “il mastino di Darwin” la celeberrima teoria sull’evoluzionismo della specie, una delle bufale più clamorose della storia; la teoria darwiniana che afferma la mutazione delle specie viventi da forme primitive e rudimentali verso forme più complesse, escludendo da tale processo qualsiasi intervento creazionistico o comunque metafisico. Questa teoria però  benchè non trovi alcun fondamento razionale e scientifico viene ancora testardamente insegnata ai fanciulli nelle aule scolastiche. Se per molti massoni e indottrinati “razionalisti” che a tutt’oggi difendono a spada tratta la teoria di Darwin, la Risurrezione di Cristo può apparire come una assurda superstizione medievale, la fede nella teoria evoluzionistica richiede ancora più fede. Esatto, per credere nelle fantasie di Darwin occorre fede e non scienza. Infatti mentre tutti i tentativi per demolire la storia della Sacra Sindone o l’autenticità dei Vangeli (canonici) vanno sempre puntualmente a vuoto, la teoria evoluzionistica è stata già sbufalata dall’evidenza dei fatti. Le supposizioni di Darwin infatti sono state smentite dagli scienziati degli ultimi 150 anni, durante la quale si è avuta prova invece del contrario di quanto Darwin affermava, ossia che se vi fosse stato qualcosa di verosimile nelle sue idee si sarebbero rinvenuti miliardi di fossili di specie intermedie, invece si sono rinvenuti miliardi di resti fossili le cui fattezze sono identiche agli esemplari di oggi che esperti e paleontologi  stimano risalenti persino a 500milioni di anni fa. (la massonica teoria di Darwin sbufalata NOTA 9)

FOSSILI-INSETTI-E-PESCINonostante l’evidenza si dimostri ineluttabile fino ad oggi abbiamo sentito illustri intellettuali vantarsi di discendere dalle scimmie fomentando l’ilarità dei Savi di Sion che nei celebri e tanto chiacchierati quanto rinnegati protocolli si fanno beffe dell’ingenuità dei Goym:

“Pensate con cura al successo che abbiamo ottenuto con il darwinismo, marxismo, nietzchenismo. Per noi ad ogni livello, dovrebbe essere semplice vedere quale importanza disintegrativa abbiano avuto queste direttive sulle menti dei Goym (“Protocolli Savi di Sion-” prot. n° 9).

7- IL TRANSUMANO, GLI ALIENI E IL RIFIUTO DI DIO

YOGA UNESCOThomas Huxley fu quindi un promoter di grande rilievo per l’èlite la cui fedeltà venne ricompensata con la brillante carriera che verrà riservata ai suoi nipotini il noto eugenetista assurto a direttore dell’UNESCO Julian e Aldous. Julian Huxley è tutt’oggi considerato un importante scienziato. E’ tra i teorici della moderna sintesi neo-darwiniana, fu anche promotore di una visione riduzionista dell’uomo, che vedendolo solo come un casuale prodotto dell’evoluzione, un essere solo quantitativamente, perché più intelligente, ma non qualitativamente diverso da qualsiasi altra scimmia, prevedeva di poterlo riprogettare e ricostruire secondo criteri “scientifici” di massima efficienza utilizzando la selezione genetica, il controllo delle nascite e la sterilizzazione degli individui “inferiori”. Julian Huxley, nello stesso 1941 in cui Hitler eliminava con il gas malati mentali e “difformi”, scriveva che “l’eugenismo sarebbe diventato senza dubbio una parte della religione del futuro”. Un parere pubblicato in Francia, senza modifiche, nel 1947. Sviluppando il darwinismo ha sostenuto la possibilità di “migliorare la qualità degli esseri umani, come fossero prodotti”, a detrimento della loro quantità. La “religione” sostenuta dal primo direttore generale dell’Unesco (tra i fondatori della Eugenics Society) si è cercata un nuovo nome dopo la Seconda guerra mondiale, perché su “eugenetica” pesava ormai l’ipoteca nazista. Julian Huxley fu tra i fondatori della “International Humanist and Ethical Union”, uno dei principali punti di riferimento internazionali dell’umanesimo secolare nonché di associazioni come l’UAAR italiana (‘Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) vivace promotore di un mondo senza Dio, ricorse a “transumanismo” assonante ma opposto, nel significato, al “trasumanar” dantesco, il quale indica l’apertura verso il divino che nasce dallo “stupore dell’esistenza” provato, tra tutti gli esseri viventi, solo dall’uomo. Quanto di più lontano, quindi, dall’idea di redenzione attraverso la tecnica che sfocia (nelle intenzioni di Huxley, mai smentite dall’Unesco) nelle politiche antinataliste. (10)

Molto più celebre alle masse ) il fratello minore di Julian, Aldous noto scrittore, anzi “futurologo” nonché collaboratore di  Allen Dulles, capo della CIA, nel piano “MK-Ultra” per il controllo della mente umana attraverso droga e pornografia.

HUXLEY-DITTATURA-PERFETTA
Entrambi i fratelli Huxley ebbero come mentore Herbert G. Wells membro della Golden Dawn che presentò Aldous al mago nero Aleister Crowley, che lo introdusse nella Golden Dawn. Aldous Huxley era stato già iniziato alla setta dei “Figli del Sole” setta dionistica alla quale appartenevano i figli delle èlites della Round Table britannica. E’ insomma tutta una cricca: il “mentore” degli Huxley Herbert G. Wells membro della Fabian Society e della Fondazione Rockefeller, fu infatti il primo propugnatore di un’altra fede assurta a certezza inoppugnabile come quella dell’esistenza degli alieni o extra-terrestri nel suo romanzo “La guerra dei mondi” del 1898. Da lì in poi diversi occultisti tra cui lo stesso Crowley Jack Parsons,  Kennet Grant, L. Ron Hubbard che poi avrebbe fondato Scientology, iniziarono l’operazione Babalon. L’operazione consisteva nel far incarnare nel feto di una donna incinta, attraverso appositi rituali teurgici, uno spirito “elementale”. L’operazione Babalon fu poi commissionata a Roman Polansky affinché ne facesse un film. Il talentuoso regista girò infatti Rosemary’s baby. In realtà Parsons, Crowley ecc non credevano che gli extraterrestri fossero astronavi ma manifestazioni spiritiche. LamQuello nella foto è il ritratto che il mago nero Crowley fece di Lam, un’entità extraterrestre che gli sarebbe apparsa, nel 1919…! Ecco il contributo che questi satanisti tra cui la famiglia di stregoni Huxley ha portato all’umanità: la disintegrazione di qualsiasi certezza inoppugnabile in cambio della fede nell’uomo creato dal “caso” che discende dalle scimmie, inferiore per intelligenza a ominidi provenienti da altri pianeti, schiavo dei suoi istinti e manipolabile attraverso l’uso di droghe e pornografia. Un uomo schiavo e illuso di poter trovare la pace il successo mediante la pratica dello Yoga!
-Floriana Castro Agnello- antimassoneria.altervista.org Copyright © 2016
Bibliografia e webgrafia clicca qui

ARTICOLI CORRELATI
Cristianesimo e reincarnazione: storia di un’allucinazione moderna.

Ritorno al mondo pagano. Il contributo occulto della droga

Le incredibili origini degli UFO e degli alieni

Il pensiero dell’ Anticristo in mezzo a noi.

Il progetto di Aldous Huxley alla base del “Nuovo Mondo”. Le porte degli inferi non prevarranno

Il progetto dell’elite dietro UFO, energie ed extraterrestri

I commenti sono chiusi.