Invasione programmata: ” la fecondita’ islamica cancellera’ il vecchio volto dell’Europa”

razza del futuro

…Un popolo che si priva della propria fede,della propria razza, della propria cultura e’ facilmente piu’ dominabile…

La cultura globale che i nostri figli editeranno sara’ molto diversa da quella odierna. State per essere testimoni di un cambiamento demografico a livello mondiale . Storicamente nessuna cultura con un tasso di natalita’ pari a 1.9 e’ mai riuscita a riprendersi . Mentre una popolazione diminuisce sempre piu’ allo stesso modo va svanendo una cultura. In Europa la crescita demografica e’ pari a 1.4. La storia della statitistica ci dice che ormai e’ impossibile recuperare la situazione, e’ solo questione di anni e l’Europa cosi’ come la conosciamo adesso non esistera’ piu’.
Tuttavia la popolazione in Europa non e’ declino, come mai? IMMIGRAZIONE soprattutto islamica. Mentre La crescita demografica dei popoli europei e’ in media pari a 1.4 la crecita demografica islamica in europa E’ PARI A 8.1!
L’Italia oggi è scesa come natalità alla pari della Francia, al di sotto degli Stati Uniti. Dal 31,4‰ del 1910 siamo scesi in Italia al 18,4‰ del 1960, al 16,4‰ del 1973.

Oggi, i popoli europei contano solo quattrodici nati ogni 1.000 abitanti.
Ha destato impressione l’invito rivolto recentemente dal Presidente della Repubblica francese alle coppie di sposi di Francia di mettere al mondo almeno tre figli. Perché? Per motivi religiosi o moralistici? No. Per motivi sociali, economici: altrimenti la Francia diverrà una nazione di vecchi e di pensionati, e neppure economicamente potrebbe resistere. Ricordiamoci che le pensioni vengono pagate grazie ai contributi della forza lavoro attiva, ma con un calo demografico cosi’ consistente e con una disoccupazione schizzata a livelli storici sara’ difficile pagare le pensioni ai pensionati…non per niente sono sempre le prime ad essere oggetto di revisione e sottoposte a continui tagli!

Ecco come intendono ovviare al problema del denatalismo le menti che architettano la societa’ del futuro, ecco le dichiarazioni del ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, al Meeting di Cl a Rimini sollevando non poche polemiche: “Tutta la Ue e l’Italia a sua volta hanno un problema demografico. Quelli vicini alla pensione, tra cui c’è anche il sottoscritto, sono più dei giovani. Gli immigrati possono dare un contributo positivo in questo senso, In Italia, avere figli è ormai diventato un lusso legato unicamente a questioni personali e non meritevole di aiuti o incentivi pubblici”.

Ghedddafi una volta aveva dichiarato: ”ci sono segni che mostrano che Allah dara’ la vittoria all’islam in Europa e senza l’utilizzo di spade, denza pistole senza battaglie , non abbiamo bisogno di terroristi oltre 50 milioni di musulmani in Europa renderanno il vostro continente un continente musulmano in pochi decenni”
Ci sono gia’ 52 milioni di musulmani in Europa e il numero e’ destinato a raddoppiare arrivando a 104 Milioni nei prossimi 20 anni. Cosa diversa sara’ negli USA dove grazie al contributo delle popolazioni latine il tasso di crescita demografica e’ pari a 2.11 il minimo richiesto per sostenere una cultura.

Alcuni mesi fa il Cardinale di Agrigento Francesco Montenegro aveva rilasciato le seguenti dichiarazioni: ” Il futuro dell’Europa si lega anche alla gente che sta venendo e ci permetterà di affrontarlo, questo futuro. Non ci sarà un’Europa diversa se continueremo a tenere le porte chiuse”.
L’unica via percorribile dal cardinale di Agrigento è dunque quella dell’accoglienza. A qualunque costo.

Allo stesso modo del cardinale la vede un’altro apostolo del progetto mondialista, l’ebreo e fervente sionista Roberto Saviano: ”Gli immigrati ci salveranno. Possono portare nuove energie , nuove forze, nuove culture, nuove sinergie.” Immigrati vi prego , non lasciateci soli con gli italiani”

Questa ”immigrazione” alla quale assistiamo è un fenomeno creato di proposito ai tavoli del potere, non si tratta di un fenomeno spontaneo; ciò che si vorrebbe far apparire come un frutto ineluttabile della storia è in realtà un piano studiato a tavolino e finanziato dagli ignari contribuenti occidentali, preparato da decenni per distruggere completamente il volto del Vecchio continente .
E’ un fenomeno le cui cause sono tutt’oggi abilmente celate dal Sistema. Chi fa propaganda multietnica si sforza falsamente di rappresentare il fenomeno come inevitabile.

Il compito della ”crescita demografica” e’ stato quindi affidato agli immigrati.
Gli Italiani ormai da molti anni hanno rinunciato all’ideale di sposarsi e fare figli, spinti dal rimbecillimento mediatico e dalle ideologie di sinistra secondo cui sposarsi con una persona del sesso opposto e metter su famiglia sarebbe un’idea retrograda, mentre concentrarsi solo sullo studio fino a oltre i 30 anni, per poi aspettare molti altri anni per di trovare un impiego ricco di comfort e benefit. E’ ovvio che se i nostri avi avessero ragionato cosi’ non saremmo nati neppure noi.
Con la rivoluzione culturale del 68 e la nascita del femminismo- fenomeno NON nato spontaneamente ma studiato dettagliatamente ai tavoli di potere- (vedi link) per ridisegnare non solo il ruolo della donna, ma anche quello dell’uomo, e della societa’ intera. L’importanza della famiglia va perdendo via via sempre piu’ terreno nell’ideale del giovane occidentale.
Una gran quantita’ di giovani decide di sposarsi ad un’eta’ molto avanzata per poter procreare, molti altri preferiscono ”godersi la vita” in un mondo ormai privo di morale di etica, dove l’acconciatura ha piu’ importanza della virtu’.
E’ un Occidente che demonizza l’ideale di famiglia, che emana leggi sull’aborto, che incoraggia l’unione fra persone dello stesso sesso, che migliora sempre piu’ le tecniche contraccettive, che promuove sin dalla giovanissima eta’ la sessualita’ libera, accostando ad essa la contraccezione. Sesso + contraccezione e’ un binomio che viene inculcato gia’ dalla giovanissima eta’, ci si incomincia ad interessare di contraccettivi alla prima cotta sempre piu’ precoce.
Rivelazioni di Rockefeller ad Aaron Russo
Le famiglie italiane numerose vengono completamente compleatmente abbandonate dalle istituzioni per una ragione ben precisa.
È certo infatti che la bassa natalità europea di per sé potrebbe essere facilmente invertita con idonei provvedimenti di sostegno alle famiglie, oppure creando condizioni più favorevoli per i giovani per poter loro permettere di formare una famiglia, anziché spingerli a stili di vita materialisti, frivoli e privi di qualsiasi morale; oppure sostenendo le giovani coppie o le famiglie numerose.
E poi qualcuno mi spieghi: perché i casi di sterilità fra gli europei – anche fra giovani di 20 anni – sono sempre misteriosamente più numerosi?! L’unico scopo delle misure che hanno messo in atto è quello di snaturare completamente un popolo, trasformarlo in un insieme di individui senza più alcuna coesione etnica, storica e culturale.
Quello che stiamo vivendo non e’ altro che il piano Kalergi, ossia il piano dell’unica elite padrona dell’economia, dell’alta finanza, dei media, dei governi e di tutta la propaganda che non si e’ mai assimilata con altre culture,fedi,razze e che mira all’egemonia mondiale.
(clicca qui) link.
Ovviamente, non se ne parla in televisione, ne si affronta l’argomento sulle maggiori testate giornalistiche, naturalmente, il loro ampio contributo al problema della crescente criminalità nella nostra nazione e i danni sociali creati dall’immigrazione selvaggia e incontrollata vengono metodicamente taciuti.
G. Brock Chisholm, ex direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha già definito in che modo questo nuovo ordine mondiale potrà essere realizzato:
“Ciò che in tutti i luoghi la gente deve fare è praticare la limitazione delle nascite e i matrimoni misti (unioni in cui i coniugi sono di razza differente), e ciò in vista di creare una sola razza in un mondo unico dipendente da un’autorità centrale”.
Se si clicca su google ”piano kalergi” i primi risultati saranno dei link in cui lo banalizzano, lo deridono oppure lo associano vigliaccamente ad un’idea razzista volta a giustificare l’odio razziale, una sorta di ultima trovata neo-nazista! Non e’ affatto cosi’!
Una commistione di razze già efficacemente tratteggiata nel 1925 da uno dei padri della Sinarchia europea, il massone d’alto grado Coudenhove-Kalergi,-il cui padre era stato amico intimo del fondatore del sionismo Theodore Herzl-  Kalergi,  fondatore della Paneuropa, sosteneva che la razza israelitica fosse superiore a tutte le altre,  nel suo libro Praktischer Idealismus Kalergi vaticinava:
“L’uomo del futuro sarà di sangue misto […]. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli con una molteplicità di personalità”. Una strettoia, questa della fusione delle razze, obbligata per ogni progetto mirante alla cancellazione di fatto di ogni identità religiosa, etnica e nazionale. Dal 1989, riferisce la stampa specializzata, l’ufficio delle Nazioni Unite dell’Alto Commissario per i Profughi è stato la centrale per orchestrare migrazioni di massa dei musulmani nord-africani in Europa e di slavi dei paesi dell’Est. Alla Francia, ad esempio, è stata assegnata una quota di 24 milioni di emigrati che ne cancelleranno letteralmente il volto e la storia. Scriveva Maurice Caillet, fuoriuscito dalla
massoneria dopo avere raggiunto il 18° grado, di Cavaliere Rosacroce, trattando della piaga
dell’aborto nelle nostre contrade, in una lettera indirizzata al Ministro della Sanità francese Martine Aubry: “Tutte queste misure avranno, inoltre, il merito di risolvere il problema demografico che mette in pericolo le pensioni e che permette all’ONU di proporci un’immigrazione importante”.
Parole come logica, tolleranza e razzismo, sembrano allora assumere sensi e valenze diverse a seconda dei popoli alle quali vengono applicate, appunto, dalla martellante grancassa mediatica: alla scomparsa di ogni religione e tradizione, fuse nella nuova razza senza memoria storica né principi, viene opposta la sopravvivenza e il consolidamento di un’unica tradizione e religione. Così, mentre il rabbino canadese Abraham Feinberg dalle colonne della Maclean’s Review45, rivista cristiana di Toronto, rivolgendosi ai suoi lettori, cattolici e protestanti, lanciava l’appello:
“La sola soluzione ai conflitti razziali è il matrimonio interrazziale […]”, è dunque urgente che “[…] la legge incoraggi la mescolanza del sangue”, poiché: “il richiamo deliberato ai matrimoni interrazziali è il solo modo di accelerare il processo per eliminare totalmente i pregiudizi razziali e quindi le razze separate”, sul New York Times appariva nel corso del 1974 una pubblicità a piena pagina, a cura del “National Committee for Furtherance of Jewish Education” (Comitato nazionale per la promozione dell’istruzione ebraica), indirizzata alla gioventù israelita, dove i matrimoni interrazziali venivano così stigmatizzati. Strano sentire un rabbino ebreo parlare in quel modo dato che gli ebrei sono forse l’unica popolazione che non si e’ mai assimilata e alla quale e’ vietato celebrare matrimoni misti. Ragionate popolo dalla dura cervice!
Osservando la societa’ di oggi, vedendo come sta cambiando il nostro mondo ognuno di noi puo’ affermare: ” Il piano Kalergi sta funzionando” e’ sostenuto dall’Europa e dall’intero sistema mondialista!
Floriana Castro
Antimassoneria Copyright © 2015. nota su copyright

ARTICOLI CORRELATI
Uniformare la razza: Le ragioni occulte sull’immigrazione di massa

I muscoli degli immigrati e l’Europa senza cervello

I paragoni dell’invasione islamica con l’immigrazione dei nostri avi

Africani palestrati da noi , e africani denutriti in Sudan

Cristiani circondati, solo Dio puo’ aiutarci

I signori della falsa pieta’ e le altre barbarie che non scandalizzano i potenti

I commenti sono chiusi.