Scandali nella Chiesa, ma i veri scandali sono altri: i piani del nemico per distruggerla. (1° cap)

MASSONERIA ALL-ASSALTO DELLA CHIESA

Alcuni anni fa i media di regime di tutto il Paese accusarono la Chiesa di non voler pagare l’IMU. Ovviamente tutti ormai ipnotizzati dall’informazione faziosa che viene propinata puntarono il dito contro la Chiesa Cattolica accusandola di voler fare la furbetta, mentre noi “onesti” cittadini corriamo in fila alla posta per pagare tutto cio’ che ci mandano senza fare domande. Le varie parrocchie in giro per l’Italia NON svolgono un’attivita’ a scopo di lucro, molte di esse vivono a stento grazie alle offerte per la celebrazione di matrimoni, funerali, battesimi ecc.quindi come prevede la legge italiana sono esentate dall’obbligo di pagare l’ICI-IMU. Mentre la Chiesa adempie nei suoi doveri verso lo Stato italiano, compreso il pagamento dell’ICI, per tutti quegli immobili di sua proprietà che sono invece ADIBITI PER FINALITA DI PROFITTO O DI LUCRO
Tra le cose più incredibili, c’è il fatto che le fondazioni bancarie siano state esentate dal pagare l’Imu, perchè riconosciute come associazioni no-profit (!) In Italia ci sono almeno 90 fondazioni, con un patrimonio di 50 miliardi di euro. Le banche si professano no-profit, nonostante quest’ultime abbiano capitali investiti in Titoli di Stato o aziende secondarie, con l’unico scopo di trarne del reddito. Eppure le banche continuano a non pagare le tasse. Ma nessuno ovviamente ha osato sollevare polvere sulla vicenda.

gustavo_raffi
Gustavo Raffi

C’e’ un episodio molto buffo che vorrei segnalarvi riguardo la vicenda Chiesa e IMU.
Gustavo Raffi (gran maestro del Grand’Oriente d’Italia), anni fa intervenne a proposito della trasparenza ed equità sulla questione dell’ICI anche da parte della Chiesa cattolica. Sorprende che il Gran Maestro Gustavo Raffi affermi che i massoni siano trasparenti e dunque altrettanto lo dovrebbe essere anche la Chiesa, riferendosi sempre alla questione dell’ICI. Se a dire cio’ è un massone, siamo veramente nel paradosso. In Italia, possiamo sapere tutto di tutti, per fare un banalissimo esempio, se voglio sapere se Tizio è sposato, se è in regime di separazione o di comunione dei beni con la moglie, se ha dei figli, se svolge un’attività economica (impresa individuale o collettiva), o se è proprietario di beni mobili registrati: aerei, navi, galleggianti auto o moto, o se è proprietario di beni immobili, posso fare le verifiche che voglio, tutto è pubblico e tutto si può accertare.
Viceversa, non potrò mai sapere se quel magistrato, quell’avvocato, quel primario ospedaliero, quel dirigente della finanza è un massone, se lui non vuole rendersi noto. Sarebbe opportuno, dunque, che lo Stato imponesse, eventualmente anche sotto sanzioni, di rendere noti i nomi di quei massoni che non vogliono essere indicati come tali, preferendo mantenere il proprio status di massone segreto e nascosto alla collettività non massonica. Allora così, la comunità sociale direttamente e non tramite il Gran Maestro Gustavo Raffi, potrà rendersi conto chi sono veramente i massoni, e magari qualcuno finalmente potrà capire le strane coalizioni o gli strani intenti della politica e, allo stesso modo, capire anche gli sbandamenti dell’economia.
Nell’estate del 2015 un altra dura mazzata arriva questa volta alle scuole cattoliche, e paritarie in genere.  La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso del Comune di Livorno contro due scuole (religiose) della città che non hanno pagato l’Ici. La sentenza rischia di mandare zampe all’aria non pochi istituti che vengono assimilati ad attività commerciale, quando in realtà svolgono un servizio pubblico. Se avevate in mente di salvare i vostri pargoletti dalla sessualizzazione e dalla transessualizzazione gender, decidendo di fargli sabotare l’istruzione pubblica avevate fatto male i conti, del resto in molte province d’Italia si incontrano non poche difficolta’ per trovare una scuola privata (anche non cattolica)
Sono molti ad attaccare la Chiesa, (mi riferisco a quella tradizionale, ostile a qualsiasi idea di modernismo) qualsiasi comune individuo viene aizzato costantemente a tacciare la Chiesa come la madre di tutti i mali dell’umanita’. Perche’ tanto stupore quando si sa che LA CHIESA DA DUEMILA ANNI CONVIVE CON SANTI E PECCATORI? Non solo i media di regime ma anche diversi personaggi o blog (gatekeepers) che si presentano come “militanti del fronte anti- sistema” in realta’ servono esattamente gli interessi dell’elite, consapevolmente o inconsapevolmente.
12233281_10206213950285486_1747795038_nPaolo Franceschetti, nel corso delle sue conferenze o nei suoi libri in cui descrive la quantita’ di omicidi rituali compiuti dalla massoneria accusa anche la Chiesa Cattolica di sporcarsi le mani sacrificando a satana vittime innocenti. In realta’ i Cristiani non offrono vittime a divinita’, dal momento che Cristo stesso si e’ offerto come vittima di espiazione. Franceschetti non si sofferma mai sul Concilio Vaticano II , ne’ sull’assalto giudaico-massonico alla Chiesa appoggiato da deviati gesuiti e cominciato nel 1960, con l’inizio del Concilio. Una parte del  lavoro del dottor Franceschetti  e’ apprezabile, ma in due ore e mezzo di conferenza (incredibile ma vero) riesce a non pronunciare il termine “cospirazione ebraica” , mentre trova tutto il tempo per invitare a sabotare la messa domenicale e per raccontare gli immensi benefici che si trovano nel buddismo. Egli, dovrebbe specificare la devianza degli ecclesiastici che accusa, scindendoli dalla Chiesa e attribuendo questi crimini alla responsabilita’ personale degli stessi falsi ecclesiastici travestiti da preti o cardinali, perche’ chi compie tali crimini e’ gia’ scomunicato agli occhi di Dio, anche se continua a portare l’abito talare. Chi si converte alla causa degli Illuminati, non e’ piu’ in comunione con il “Corpo Mistico” ossia la Chiesa, che sia un laico o un ecclesiastico. Nessuno nega quindi la corruzione da parte di alcuni traditori della Chiesa, Ma saremmo grati al dottor Franceschetti se potesse portare delle prove convincenti, quando servendosi dei presunti crimini commessi da alcuni prelati prende spunto per attaccare l’intera dottrina cattolica, che secondo lui sarebbe diversa da quella Cristiana.
scontro tra il bene e il maleLo stesso dicasi per il personaggio mascherato di Italia 1 Adam Kadmon, ricordiamo che la figura dell’ Adam Kadmon nella Kabbalah ebraica rappresenta “l’uomo primordiale”. La Kabbalah e’ una delle attivita’ esoteriche che praticano i massoni, quindi, Kadmon, che si dchiara una fonte preziosa di rivelazioni a beneficio dei cittadini, -ma allo stesso tempo diffonde le teorie massoniche ufolologiche e veganiste- puo’ andare contro se stesso? Del resto non lo vedreste mai in prima serata se il suo obiettivo fosse quello di informarvi sulla vera realta’ delle cose. L’unico obiettivo e’ in realta’ solo quello di attaccare la Chiesa Cattolica, scindendo il cristianesimo dal cattolicesimo e inglobando la figura di Cristo tra l’Olimpo dei maestri ascesi, in chiave gnostica, negando la Sua divinita’. Egli, spesso con affermazioni pretestuose insinua nella mente degli ignari spettatori (spesso completamente ignoranti in materia di Sacre Scritture) che Gesu’ non avrebbe mai dato a San Pietro il compito di fondare la Sua Chiesa. Questo e’ completamente falso, Gesu’ affida tale missione a Pietro, si legge in Matteo 16,18, e in Giovanni 21,17 in quest’ultimo passo addirittura Gesu’ lo riconferma dopo la Sua Risurrezione, “pasci le mie pecorelle” nonostante Pietro lo avesse abbandonato e rinnegato.
url-1Ed e’ proprio dagli albori che si dovrebbe cominciare a raccontare la storia della corruzione della Chiesa, quando Giuda con quei miseri trenta denari si acquisto’ la sua dannazione eterna, tradendo i Re dei re con la quale per ben tre anni aveva vissuto vedendo i segni della Divinita’ che accompagnavano la Sua Predicazione. E se chi ebbe la fortuna di frequentare Gesù lo tradì per soli 30 denari, c’è davvero da stupirsi di chi si meraviglia che certe cose (ancora) accadano.
Un’altra retorica sulla quale vorrei soffermarmi e’ la poverta’ di Gesu’. Nei Vangeli si legge che Egli non era povero: svolse l’attivita’ di falegname-carpentiere fino all’eta’ di 30 anni, per poi dedicarsi alla predicazione negli ultimi tre, questi ultimi anni furono finanziati da ricchi contribuenti tra cui i fratelli, Lazzaro, Marta e Maria. Tra le altre cose, Gesu’ era seguito da una folta schiera di danarosi che aiutavano la Sua missione salvifica con cospicue donazioni. Negli Atti degli Apostoli si legge che gli apostoli mettevano in comunione tutti i loro beni per finanziare la diffusione del Vangelo di Cristo. E’ ovvio che senza soldi non si sarebbe potuto fondare il Cristianesimo, ne’ potrebbe sopravvivere oggi. Inviterei quindi il lettore che si lamenta della ricchezza della Chiesa (nonostante non abbia mai speso un centesimo per il sostentamento di essa) a considerare certi aspetti, prima di giudicare avventatamente.
Infatti, una cosa e’ parlare di corruzione una cosa parlare della ricchezza e delle proprieta’ della Chiesa. A tal riguardo e’ sempre Giuda che ce ne da la dimostrazione nella falsa e filantropica esortazione a spendere tutto per i poveri, lo leggiamo in questo passo del Vangelo:
“3 Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. 4Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: 5«Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». 6Disse questo NON perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. 7Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché essa lo conservi per il giorno della mia sepoltura. 8I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me”. (Giovanni 12.3,8)
url-2Ebbene in questo illuminante passo Gesu’ ci mostra quanto sia gradita a Dio la bellezza e la ricchezza per adornare i Suoi palazzi; i palazzi che custodiscono il Corpo del Signore nel SS Sacramento. Del resto e’ scritto anche nella Genesi quanto i doni generosi di Abele deliziassero Dio, mentre disgustava gli avanzi e il superfluo che gli offriva Caino. Fu proprio la predilizione nei confronti di Abele a scatenere la follia omicida di Caino nei confronti di suo fratello.
San Francesco d’Assisi, -divenuto il Santo piu’ scandalosamente strumentalizzato per attaccare la ricchezza della Chiesa e per promuovere idee ecologiste e filantropiche- pretendeva la massima povertà per i suoi frati, MA IL MASSIMO SPLENDORE per gli edifici ecclesiastici. Egli diceva che le chiese dovrebbero essere adornate di oro e di argento tanto è la Grandezza che contengono, ovvero il Santissimo Sacramento. I paramenti liturgici, che le clarisse del tempo di san Francesco cucivano, erano adornati di oro zecchino, PERCHE’ COSI’ VOLEVA IL SERAFICO PADRE.
Ricordo a tutti che i piu’ belli edifici (Basiliche, Cattedrali, Santuari ecc) ammirati dai turisti di tutto il mondo non avreste potuto ammirarli se la Chiesa non avesse avuto i soldi per costruirli, pagando Michelangelo, Giotto, Cimabue, Bernini e i piu’ grandi artisti della storia dell’arte. Tali ricchezze artistiche rappresentano un’altissima percentuale del patrimonio artistico dell’umanita’ e frutta soldoni nelle casse dei comuni di mezzo mondo.
Lo Stato Italiano guadagna almeno 11 miliardi di euro l’anno dalla Chiesa Cattolica, solo per citare alcuni numeri: Le mense per i poveri: sei milioni di pasti annui fruttano 27 milioni di euro
Banco alimentare e iniziative analoghe: circa 650 milioni di euro annui– Iniziative diocesane di microcredito contro le nuove povertà: circa 50 milioni di euro annui – Scuole paritarie cattoliche: risparmio per lo Stato circa 4,5 miliardi di euro l’anno – Formazione professionale cattolica: risparmio per lo Stato circa 370 milioni di euro. Un risparmio per lo Stato di circa 1,2 miliardi annui (guarda la lista completa, clicca qui) 
L’8 per mille viene spesso giudicato una forma di sovvenzionamento ingiustificato da parte dello Stato. Stando alle ultime statistiche disponibili la Chiesa a fronte del miliardo di euro che riceve dai contribuenti italiani ne restituisce almeno dieci volte tanto in beni e servizi. Ma e’ proprio qui che risiede la causa di tante contestazioni, proprio sulla scelta di devolvere 8X1000 alla Chiesa Cattolica, questo e’ uno dei tanti moventi che ha innescato la bomba VaticanLeaks. Cerchiamo allora di capire.
Recentemente e’ venuto fuori lo scandalo dei cardinali che che sperperavano i soldi dell8X1000 in costruzioni di attici lussuosi, ville o vacanze ecc. C’e’ pure il caso di Pietro Vittorelli, abate di Montecassino, la Guardia di Finanza gli ha sequestrato beni per un valore di oltre 500 mila euro. L’alto prelato è indagato perché durante il suo mandato, abusando del suo ruolo e avendo illimitato accesso ai conti dell’abbazia, si sarebbe appropriato indebitamente di tale somma sottraendola all’8 per mille, quindi in sostanza alla beneficenza.
Cio’ ha “indignato” i media e i giornali di regime che negli ultimi giorni in particolare, invitano i lettori/telespettatori a destinare 8X1000 allo Stato (a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario), mostrando strutture fatiscenti e lavori iniziati e mai finiti. per quale motivo quelle strutture si trovano in quella condizione? Per causa della mancanza di soldi, ci dicono! Povero Stato ridotto ad elemosinare accusando la testardaggine degli italiani che devolvono 8Xmille (una libera offerta, e non un’estorsione come la presentano) alla Chiesa Cattolica invece di “investirlo” in un fondo di pagamento per il fasullo debito pubblico. In Italia si pagano gia’ troppe tasse senza usufruire di servizi adeguati. Credo che ognuno debba sentirsi libero di spendere i propri soldi come meglio crede. L’ 8X1000 alla Chiesa Cattolica, forse andrebbe ad ingrassare molti indegni e ingordi cardinali massoni, ma serve anche a finanziare l’opera di migliaia di preti di campagna nullatenenti, rimasti fedeli all’insegnamento bimillenario del Vangelo e della Chiesa, religiosi quotidianamente impegnati nella diffusione del Vangelo e nella cura del prossimo. La privazione dell8x1000 andrebbe a colpire frontalmente proprio quest’ultimi, mentre i cardinali massoni, come vedremo hanno molte altre fonti di guadagno…
nuzzi libro“AVARIZIA” DI Emiliano FITTIPALDI E E “VIA CRUCIS” DI GIANLUIGI NUZZI, due autori, che dicono di non conoscersi, due libri fatti uscire dagli editori in contemporanea
A Gianluigi Nuzzi non bastava piu’ occuparsi di Michele Misseri, di Annamaria Franzoni o Giuseppe Bossetti. Per anni con i suoi programmi ci ha presentato: spazzini, pecorai, muratori e casalinghe improvvisatisi killer. Con i suoi programmi ha istigato il pubblico a giudicarli e condannarli prima che ci pensasse il primo grado di magistratura. Poco importa se nel caso Gambirasio emergano prove che andrebbero a scagionare completamente il Bossetti, (clicca qui) ) non se parlera’ mai ovviamente ne’ nei suoi programmi.

Al nostro “paladino della giustizia e della trasparenza” non bastava piu’ accusare poveracci, “non e’ giusto che i cardinali siano ricchi” dice, e quindi, ecco quindi l’opera che condanna tutti i prelati, ad esclusione del papa gesuita Bergoglio che viene assolto completamente dall’accusa di compiere qualsiasi sperpero, “lui e’ l’unico che si salva”, lo dice Nuzzi… in seguito al clamore per il suo libro vediamo i fedeli tornare a stringersi intorno al papa che riacquista gran parte del consenso che aveva perso dopo la chiusura dei lavori sinodali. Il libro attacca infatti molti di quei cardinali (soprattutto “tradizionalisti”) accusati di aver soggiornato in hotel di lusso. E molti altri casi gia’ noti, ma rispolverati ad arte, a beneficio della campagna anti-cristiana che accompagna quella anti-clericale. Gli unici a venire coinvolti dagli schizzi di fango sono stati due storici nemici di Bergoglio come il Card. Bertone, ex segretario di Stato Vaticano che non ha nulla a che vedere con l’amministrazione Bergoglio, e il primo firmatario della famosa lettera di dissidenza dei 13 Cardinali “ribelli”, George Pell, a ben vedere, la messa in scena serve ad “eliminare” chi si oppone alla rottamazione dottrinale e finanziaria (chiesa povera per i poveri) della Chiesa Cattolica.

comunicato_goi-copy
clicca sulla foto per ingrandire

Ma perche’ il papa non chiede direttamente i nomi delle talpe agli autori dei libri che stanno svelando gli intrallazzi dei palazzi vaticani?( (clicca qui) ) i possessori di attici da 700 mq, sono quelli stessi che “non vogliono il rinnovamento”, la “pulizia nelle finanze vaticane”, sono i malversatori che usano lo IOR per riciclaggio….e via così. Non è assolutamente vero – molti dei coinvolti sono stati nominati da Bergoglio alle cariche di cui hanno profittato. Ma il messaggio che deve passare è: vedete, la Chiesa “vecchia” è corrotta, le gerarchie “conservatrici” sono ricche e scandalose, i cardinali fanno schifo, e sono luridi proprio quelli che si oppongono al “nuovo”, solo il Papa è pulito e innovatore e onesto.
Cambiarebbe qualcosa per i poveri se Bergoglio realizzasse il suo sogno della “Chiesa povera”? Subito dopo lo scandalo il papa ha fatto sapere di essere sereno e di voler continuare nelle sue “riforme”, ossia  Comunione ai divorziati, nozze gay, Chiesa povera per i poveri ecc.. Se tutto ciò vi sembra inverosimile complottismo, ricordate che  questo papato ha la fiducia della Massoneria.   Bergoglio è stato eletto il 13 marzo 2013. Nello stesso giorno, poche ore dopo, un comunicato ufficiale del Grande Oriente veniva diramato. In esso, il gran maestro Gustavo Raffi prevedeva con gioia incontenibile: “Con Papa Francesco, nulla sarà più come prima”.(clicca quiCome faceva Raffi a saperlo prima di tutti? Continua 2° Capitolo

Floriana Castro Agnello

Antimassoneria Copyright © 2015.

ARTICOLI CORRELATI

Infiltrazione massonica all’interno della Chiesa a partire dal Vaticano II

I falsi profeti e la strumentalizzazione dei Santi per giustificare l’apostasia

L’Anticristo e’ gia’ in mezzo a noi

Casi in cui e’ doveroso resistere all’autorita” ecclesiastica

La Chiesa ecumenica ed interreligiosa: la Chiesa che vuole la massoneria

Roma perdera’ la fede e diventera’ la sede dell’Anticristo: i moniti della Madonna di La Salette nel 1846

La protestantizzazione della Chiesa

Le origini ebraiche della massoneria e l’assalto massonico alla Chiesa

.

Precedente Politica, sesso e magia: cosi' i figli delle tenebre assoggettano il mondo. Successivo I miliziani di Iside: l'esercito degli Illuminati e la rivendicazione esoterica 2° parte